Vai al contenuto



Welcome Guest

Navigation

Interact with LaMiaMini.com









Benvenuto su LaMiaMini.com
Registrati subito per avere accesso a tutte le funzionalità del forum. Una volta registrato e loggato, sarai in grado di creare thread, rispondere a thread esistenti, dare punti di reputazione agli utenti, usare le conversazioni private, gli aggiornamenti di stato, gestire il tuo profilo e molto altro ancora. Questo messaggio sarà rimosso non appena avrai completato la procedura di registrazione. Ti aspettiamo!
Accedi Registrati
Foto

[Comunicato stampa] La Nuova MINI Full Electric

MINI E MINI FULL ELECTRIC ELECTRIC EV MINI

  • Per cortesia connettiti per rispondere
6 risposte a questa discussione

#1
77ONE

77ONE

    MINIstro

  • Admin
  • 32419 messaggi
  • Città:
    Panicale
  • Modello MINI:
    R50 One
  • Immatricolazione:
    16/03/2004
  • Colore:
    Pure Silver Metallic 900
  • Tetto:
    Nero

P90357217_highRes_the-new-mini-cooper--6

 

La mobilità urbana full electric può essere finalmente vissuta in pieno stile MINI grazie alla Nuova MINI Full Electric (consumo di carburante combinato: 0,0 l / 100 km, consumo energetico combinato: 13,2 - 15,0 kWh / 100 km; emissioni di CO2 combinate: 0 g / km *). La Nuova MINI Full Electric combina la mobilità sostenibile con il divertimento di guida, il design espressivo e la qualità premium tipici di MINI. In quanto tale, il primo modello full electric del marchio britannico offre un feeling di guida MINI senza emissioni.

La potenza erogata dal motore da 135 kW / 184 CV, la trazione anteriore e l'innovativo sistema di trazione con sistema di controllo dello slittamento delle ruote anteriori   conferiscono alla Nuova MINI Full Electric un go-kart feeling davvero sensazionale. La batteria agli ioni di litio, specifica per il modello, assicura un'autonomia compresa tra 235 e 270 chilometri (NEDC corr.). * La batteria ad alto voltaggio si trova nel pianale del veicolo, evitando quindi una riduzione del volume del vano bagagli rispetto alla tradizionale MINI  3 porte con motore termico.

Con la Nuova MINI Full Electric, il marchio britannico continua nel suo approccio pionieristico verso la mobilità urbana. 60 anni fa, il rivoluzionario design della Mini classica ha permesso l'ottimizzazione dello spazio interno. La MINI è stata lanciata nel 2001 con una moderna reinterpretazione dell'uso creativo dello spazio e del divertimento di guida unico, che ha reso la MINI un modello originale e inimitabile nel segmento premium delle piccole auto. Al lancio mondiale sul mercato il 7 marzo 2020, la Nuova MINI Full Electric sarà la prima piccola auto premium full electric, che aprirà la strada a un'esperienza di guida sostenibile e allo stesso tempo altamente emozionante nel traffico urbano.

 

La Nuova MINI Full Electric : panoramica delle caratteristiche

• La prima MINI e la prima small car nel segmento premium ad essere alimentata solo con energia elettrica.

• Motore elettrico con 135 kW / 184 CV e 270 Nm.

• La batteria agli ioni di litio del modello consente un'autonomia da 235 a 270 chilometri (NEDC corr.) senza vincoli in termini di volume del bagagliaio.

• Può essere ricaricata con una presa domestica, a muro o in una stazione di ricarica pubblica, con carica diretta e continua fino a 50 kW.

• Agilità eccezionale grazie alla potenza erogata, al baricentro basso, alla trazione anteriore e al controllo dello slittamento delle ruote anteriori.

• Accelerazione da zero a 60 km/h in 3,9 secondi e da zero a 100 km/h in 7,3 secondi.

• Design caratteristico della MINI 3 porte con dettagli specifici del modello.

• Display specifico per il modello.

• Il recupero di energia frenante tramite la sensazione di un solo pedale.

• Le dotazioni di serie includono fari LED, climatizzatore automatico bi-zona, riscaldamento con tecnologia a pompa di calore, riscaldamento ausiliario, freno di stazionamento elettrico e MINI Connected Navigation.

 

Concept del veicolo: una MINI dall’essenza genuina

La Nuova MINI Full Electric è il primo modello che combina l'elettromobilità nel contesto urbano con le caratteristiche distintive del brand, unico nel segmento premium delle auto piccole. Il primo modello puramente elettrico del marchio britannico è una MINI dall'essenza genuina. Il concept del veicolo si basa sulla MINI 3 porte. Le dimensioni, il design, lo spazio e l'atmosfera interna della Nuova MINI Full Electric sono chiaramente basati sul veicolo a motore convenzionale, il cui sviluppo ha già tenuto conto dell'ampliamento della gamma di modelli per includere una versione puramente elettrica.

La Nuova MINI Full Electric è prodotta nel paese di origine del marchio nello stabilimento MINI di Oxford, dove viene prodotta anche la versione con alimentazione tradizionale. La tecnologia di guida è stata messa a punto nei centri di competenza BMW Group per l'elettromobilità a Dingolfing e Landshut.

Invece di un motore a benzina o diesel, c'è un motore elettrico sotto il cofano della Nuova MINI Full Electric. L’unità compatta è posizionata nella parte anternio della vettura e fissata sul telaio per mezzo di una struttura tubolare fissa. La batteria ad alta tensione, con configurazione specifica del modello, è composta da celle agli ioni di litio suddivise in 12 moduli che formano un'unità a forma di T posizionata nel pianale del veicolo, fornendo un contenuto energetico lordo di 32,6 kWh.

Il motore elettrico, essendo più piccolo e anche significativamente più leggero di un motore a combustione, contribuisce alla straordinaria distribuzione del carico assiale della Nuova MINI Full Electric. Insieme al baricentro più basso, il motore conferisce maneggevolezza e agilità al modello alimentato elettricamente, offrendo prestazioni supreme e rendendolo facile da controllare anche in curva e ad alta velocità. Inoltre, la Nuova MINI Full Electric offre una tenuta di strada estremamente sicura, anche grazie alla posizione della batteria ad alta tensione. Trovandosi nella parte più bassa del veicolo tra i sedili anteriori e sotto i sedili posteriori, non diminuisce lo spazio del bagagliaio rispetto alle versioni del modello ad alimentazione convenzionale. Come nella MINI 3 Porte con motore a combustione, il volume del bagagliaio è di 211 litri, espandibile a 731 litri quando gli schienali posteriori sono reclinati. L'unica differenza misurabile: al fine di garantire la relativa altezza dal suolo per la batteria ad alta tensione installata nel pianale del veicolo, il corpo della Nuova MINI Full Electric è più alto di circa 18 millimetri rispetto al modello convenzionale.

Tutti i componenti dell'azionamento elettrico sono protetti da caratteristiche strutturali specifiche del modello e vengono disattivati immediatamente in caso di collisione. Il livello di sicurezza della Nuova MINI Full Electric è quindi in linea con gli elevati standard del BMW Group, che vanno ben oltre i requisiti legali. La motorizzazione elettrica è protetta dal supporto rinforzato del paraurti e dal telaio di supporto del motore, mentre la batteria ad alta tensione è protetta da una solida piastra. Con un peso a vuoto di 1365 chilogrammi, il modello puramente elettrico ha un peso di soli 145 chilogrammi rispetto alla MINI Cooper S 3 Porte con trasmissione Steptronic.

 

Caratteristico design MINI con dettagli unici.

Le modifiche e le differenze rispetto al modello con motore convenzionale sono caratteristiche del design della Nuova MINI Full Electric. Proporzioni potenti, tipica struttura MINI costituita dal corpo vettura, dalla cornice dei finestrini, dal tetto ad alta visibilità, da sbalzi corti e ruote ampie sono ancora una volta le caratteristiche che hanno distinto la prima MINI puramente elettrica dalle masse. Le modifiche apportate con precisione testimoniano il sistema di guida orientato al futuro. La presa di ricarica si trova sopra la ruota posteriore destra - esattamente dove si trova il bocchettone di rifornimento del carburante sulla MINI 3 Porte con alimentazione tradizionale. Il logo MINI Electric in rilievo segnala il differente tipo di alimentazione. Le versioni gialle di questo logo appaiono sugli inserti degli indicatori di direzione laterali, noti come side scuttles, nonché sul portellone e sulla griglia anteriore del radiatore. L'elemento centrale della parte anteriore della MINI Full Electric presenta il caratteristico profilo esagonale, che però è chiuso poiché il motore elettrico richiede pochissima aria di raffreddamento. La barra decorativa gialla sulla griglia e sulle calotte degli specchietti esterni è rifinita nello stesso colore, conferendo così unicità al modello. La MINI Full Electric  è equipaggiata di serie con i fari a LED.

La griglia del radiatore chiusa e le appendici posteriori dal design dedicato contribuiscono a ridurre la resistenza aerodinamica. Il fatto che la MINI ad alimentazione elettrica non richieda un tubo di scarico facilita anche la canalizzazione dell'aria nel telaio e nella parte posteriore. Una superficie aerodinamicamente ottimizzata si trova anche sui cerchi in lega leggera da 17 pollici opzionali con design asimmetrico nella versione MINI Electric Corona Spoke bicolore. Come i cerchi in lega da 16 pollici standard nel design MINI Electric Revolite Spoke, questi ultimi sono disponibili esclusivamente per la Nuova MINI Full Electric.

Puro divertimento di guida: motore elettrico da 135 kW / 184 CV.

Coppia motrice erogazione di potenza continua senza interruzioni di  marcia - queste sono le caratteristiche della tecnologia di guida della Nuova MINI Full Electric. Il divertimento di guida tipico di MINI è garantito anchein questa nuova forma che offre un'esperienza particolarmente intensa. Il propulsore della Nuova MINI Full Electric deriva direttamente dall'ultima versione estremamente potente del motore elettrico sincrono sviluppato dal BMW Group. Il principio di progettazione specifico del propulsore elettrico consente un elevato livello di erogazione di potenza, eccezionale efficienza e una marcia fluida con basse vibrazioni. Il motore della Nuova MINI Full Electric genera una potenza massima di 135 kW / 184 CV. La coppia massima di 270 Nm è disponibile da subito, come è tipico dei motori elettrici. La trasmissione di potenza alle ruote anteriori avviene tramite riduttori monostadio e differenziale integrato.

Di conseguenza, la Nuova MINI Full Electric offre una spinta elettrizzante ad ogni movimento del pedale dell'acceleratore, assicurando un'esperienza di guida eccezionalmente vivace, in particolare nel traffico urbano. La Nuova MINI Full Electric accelera da 0 a 60 km / h in soli 3,9 secondi. Nei primi 60 metri mantiene facilmente il passo con le auto sportive convenzionali. La MINI puramente elettrica accelera da zero a 100 in 7,3 secondi; la sua velocità massima è limitata a 150 km / h.

La Nuova MINI Full Electric offre uno stile sportivo non solo con sorprendente spontaneità ma anche senza alcun rumore. Per questo motivo il modello è dotato di serie di protezione acustica dei pedoni che genera un suono distintivo, creato appositamente per la MINI Full Electric, tramite un sistema di altoparlanti. Il sound design nella gamma a bassa velocità garantisce una presenza acustica sulla strada tipica di MINI.

 

Agilità eccitante grazie all'innovativo sistema di dinamica di guida.

La trazione elettrica porta il tipico concetto MINI di go-kart feeling in una dimensione completamente nuova e affascinante. La sorprendente maneggevolezza della Nuova MINI Full Electric è supportata da sospensioni perfezionate e armonizzate su una base specifica del modello. Anche in combinazione con la trasmissione full electric, il collaudato principio di progettazione delle sospensioni - con ammortizzatori a molla a giunto singolo nella parte anteriore, un assale posteriore multilink unico nel settore agonistico e sterzo elettromeccanico - garantisce la massima stabilità di marcia, precisione di guida e spontaneità nel cambiare direzione. Con un baricentro inferiore di almeno 30 millimetri rispetto alla MINI Cooper S, la distribuzione ottimale del peso aiuta la Nuova MINI Full Electric a raggiungere un livello di dinamica in curva unico nel segmento delle auto piccole.

Al fine di garantire che l'elevato livello di coppia erogato dal motore elettrico immediatamente in fase di accensione possa assicurare il divertimento tipico del marchio senza perdita di trazione, la Nuova MINI Full Electric dispone di un innovativo sistema DSC (Dynamic Stability Control). Questo sistema di controllo dello slittamento di guida progettato specificamente per l'erogazione di potenza spontanea fornita dai motori elettrici rende particolarmente eccellenti le qualità di guida in tutte le condizioni stradali e atmosferiche. Il cosiddetto limitatore di slittamento delle ruote anteriori integrato nella centralina motore fa sì che le operazioni di controllo siano calcolate direttamente all'interno del sistema di azionamento piuttosto che in un'unità di controllo distante con percorsi di segnali lunghi come nel caso dei sistemi di stabilità di guida convenzionali. Questo ottimizzata in modo percettibile sia la stabilità di guida in modalità di recupero dell'energia frenante, sia in caso di accelerazione in curva stretta.

 

MINI Driving Modes con quattro impostazioni.

La prima MINI Full Electric consente al conducente di adattare l'impostazione del veicolo alla condizioni stradali e alle proprie preferenze personali. Le modalità di guida MINI sono selezionate tramite un interruttore situato sul lato destro del cambio. La MINI Full Electric offre quattro modalità di guida. La modalità Sport differisce dall'impostazione MID, con una curva di sterzata caratteristica più diretta e una risposta particolarmente spontanea del sistema di guida.

Le caratteristiche di guida orientate al comfort dell'impostazione MID sono anche attive in modalità GREEN, così come nella nuova modalità GREEN + appositamente configurata per la Nuova MINI Full Electric. Inoltre, il sistema di guida in queste ultime due modalità è orientato alla massima efficienza. Nella modalità GREEN +, le funzioni comfort aggiuntive come riscaldamento, aria condizionata e riscaldamento del sedile sono limitate o disattivate per aumentare l'autonomia del veicolo.

 

Recupero dell'energia frenante per la configurazione a due livelli.

Parte della caratteristica esperienza di guida dei modelli full electric del BMW Group è il cosiddetto one-pedal feeling. In particolare, nel traffico urbano, il veicolo decelera sensibilmente non appena il guidatore rimuove il piede dall'acceleratore. Questo effetto si verifica perché in modalità coasting il motore elettrico svolge la funzione di generatore, trasformando l'energia cinetica in energia elettrica, che a sua volta viene reimmessa nella batteria ad alta tensione. Il risultato è che il veicolo ad alimentazione elettrica può essere decelerato in modo appropriato a basse velocità senza utilizzare l'impianto frenante e può quindi essere guidato con un solo pedale. La misura in cui l'energia frenante viene recuperata e il veicolo viene decelerato durante le fasi di coasting può essere determinata tramite il sistema di programmazione del controllo del motore.

La Nuova MINI Full Electric è il primo modello del BMW Group alimentato elettricamente in cui il conducente può influenzare il grado di efficienza di recupero. Un interruttore a levetta posizionato a sinistra dell'unità di avvio / arresto offre la possibilità di scegliere tra il recupero intenso o solo a basso livello con l'impatto di decelerazione rilevante, indipendentemente dalle modalità di guida MINI. In questo modo, la risposta alla decelerazione sull'inversione del carico può essere calibrata con precisione allo stile di guida personale del conducente, ad esempio quando adotta uno stile dinamico. A seconda delle preferenze individuali, è quindi possibile sfruttare la quantità di moto disponibile all'ingresso in curva o frenare in modo più intenso. Al fine di garantire la massima efficienza nella MINI Full Electric, l'elevato livello di recupero viene automaticamente incluso nell'impostazione standard ogni volta che viene avviato il motore.

 

Abitacolo specifico del modello con cruscotto digitale.

La Nuova MINI Full Electric è equipaggiata di serie con un quadro strumenti su misura per il modello, costituito da uno schermo a colori da 5,5 pollici nel design Black Panel posizionato dietro al volante. Al centro di questo schermo completamente digitale, la velocità di avanzamento è mostrata in numeri con una banda di scala laterale. La velocità viene inoltre visualizzata nel led ring dello strumento centrale: in rosso (modalità SPORT), bianco (MID) o verde (GREEN e GREEN +), in base alla modalità selezionata.

Altre informazioni fornite all’interno del quadro digitale riguardano il livello di carica della batteria ad alta tensione, la modalità di guida MINI, lo stato dei sistemi di assistenza alla guida e le notifiche del veicolo. Inoltre, vengono visualizzati i dettagli dell'autonomia disponibile, la potenza corrente del motore, la temperatura esterna, il tempo e il chilometraggio, insieme al rilevamento dei segnali stradali e alle indicazioni di guida provenienti dal sistema di navigazione. Inoltre, è possibile accedere ai contatti telefonici e all'elenco dei programmi audio.

Durante la ricarica, il quadro strumenti digitale fornisce informazioni importanti. Se il veicolo è collegato a una presa di corrente o alla stazione di ricarica, è possibile visualizzare la notifica relativa non soltanto alla temperatura, ma anche l'autonomia disponibile e lo stato di carica in percentuale. Viene inoltre visualizzata l'ora in cui la batteria ad alta tensione sarà completamente carica. Il colore del pannello cambia a seconda della situazione: dall'arancione durante l'inizializzazione al giallo nel corso del processo di ricarica al verde quando le riserve di energia sono completamente cariche. Qualsiasi errore di carica è indicato con il colore rosso.

Altre caratteristiche interne speciali includono la leva selettrice specifica del modello sulla console centrale. La Nuova MINI Full Electric è inoltre dotata di un freno di stazionamento elettrico che viene attivato tramite un interruttore sulla consolle centrale.

 

MINI ELECTRIC assicura flessibilità durante la ricarica.

La Nuova MINI Full Electric dispone di più modalità di ricarica.  Infatti, può essere collegata alla rete elettrica, tramite una presa di corrente domestica convenzionale, oppure tramite la MINI Elettric Wallbox o da una stazione di ricarica pubblica. La sua connessione di ricarica è progettata per la ricarica AC e DC mediante presa di ricarica di Tipo 2 e CCS Combo 2. Un indicatore del livello di carica mostra notifiche arancioni nella fase di inizializzazione, gialle lampeggianti per indicare l'operazione di ricarica in corso e verdi quando la batteria è completamente carica.

Il cavo di ricarica è disponibile come standard con la vettura. La MINI Electric Wallbox invece è disponibile come optional per la ricarica domestica così come un cavo trifase per l'utilizzo presso le stazioni di ricarica pubbliche. Entrambe le opzioni consentono alla batteria ad alta tensione della Nuova MINI Full Electric di essere caricata con una capacità massima di 11 kW in due ore e mezza fino all'80% e in tre ore e mezza al 100%. Una stazione di ricarica rapida CC consente di ricaricare il veicolo ancora più velocemente. L'unità di ricarica della Nuova MINI Full Electric è progettata per una capacità di carica massima di 50 kW, consentendo di raggiungere una carica dell'80% in soli 35 minuti.

Il servizio di installazione è offerto in combinazione con la MINI Electric Wallbox. Il servizio ChargeNow è disponibile per la massima praticità di ricarica: questo offre ai clienti l'accesso alla più grande rete mondiale di stazioni di ricarica pubbliche. La registrazione presso la stazione di ricarica e il pagamento della corrente elettrica utilizzata avviene tramite la scheda ChargeNow o l'app per smartphone.

 

Climatizzatore automatico bizona con tecnologia di recupero del calore e riscaldamento elettrico integrativo.

L’allestimento standard della Nuova MINI Full Electric comprende un sistema di climatizzazione automatica bizona con ventilazione e controllo della temperatura separati per il conducente e il passeggero anteriore. L'interno è riscaldato per mezzo di una pompa di calore che raccoglie il calore residuo dal motore, dal comando di guida, dalla batteria ad alto voltaggio e dall'aria esterna prima di introdurlo nell'impianto di climatizzazione. La pompa di calore sviluppata per la Nuova MINI Full Electric è particolarmente efficiente. Utilizza il 75% in meno di energia rispetto a un sistema di riscaldamento elettrico convenzionale e offre un elevato livello di comfort climatico. Per aumentare la portata, i circuiti di raffreddamento e di riscaldamento sono direttamente collegati alla tecnologia di guida, formando un sistema generale altamente efficiente. Un sistema di controllo integrato garantisce allo stesso tempo una temperatura interna piacevole e una temperatura operativa ideale per la batteria ad alta tensione allo stesso tempo, indipendentemente l'una dall'altra, mediante raffreddamento e riscaldamento.

Il climatizzatore automatico della Nuova MINI Full Electric offre anche un riscaldamento ausiliario e una funzione di climatizzazione stazionaria che consente di riscaldare o raffreddare l'interno fino a raggiungere la temperatura specificata prima di partire. Il conducente può utilizzare l'app MINI Connected e i Remote Services per impostare l'orario di partenza previsto in modo da pre-condizionare l'interno del veicolo secondo necessità.

 

Sistema di navigazione standard, MINI Connected Services specifico per il modello.

L’ equipaggiamento di serie della Nuova MINI Full Electric comprende anche un sistema di navigazione, nonché il display centrale e i servizi MINI Connected specificamente orientati all'elettromobilità. La schermata eDrive fornisce informazioni sul flusso di energia e sull'autonomia rimanente e suggerisce modalità per aumentare l’autonomia del veicolo disattivando le funzioni di comfort o aumentando il recupero. Sulla mappa di navigazione è possibile visualizzare un'area circolare delimitata che indica l'autonomia della MINI Full Electric in base al livello di carica. Quando il navigatore entra in funzione, mostra il percorso più veloce e più breve e suggerisce anche un percorso GREEN per consumare meno energia possibile.

Il sistema di navigazione standard MINI Connected Navigation include un touchscreen da 6,5 pollici nella consolle centrale che consente di utilizzare il servizio Real Time Traffic Information, nonché la piattaforma Internet MINI Online e l'Apple CarPlay. La connessione del telefono cellulare implica anche l'aggiornamento automatico della mappa di navigazione del veicolo. I Remote Services consentono al conducente di visualizzare i dettagli dello stato di carica della batteria e l'autonomia su uno smartphone tramite l'app MINI Connected ed è anche possibile generare statistiche sul consumo energetico della vettura. Inoltre, è disponibile una mappa che mostra le stazioni di ricarica pubbliche nelle vicinanze del veicolo. Non solo è possibile attivare da remoto i fari, il clacson, il sistema di ventilazione e la funzione blocco/sblocco della portiera, ma anche la funzione di pre-condizionamento interno. Quando il veicolo è collegato alla rete elettrica, il conducente può anche controllare il processo di ricarica tramite i Remote Services. L'optional MINI Connected Navigation Plus include anche uno schermo a colori da 8,8 pollici e la funzione Wireless Charging.

 

Equipaggiamento base di classe con possibilità di personalizzazione.

Come complemento della vasta gamma di attrezzature standard di alta qualità, sono disponibili quattro versioni per la Nuova MINI Full Electric, ciascuno comprendente una combinazione specifica di finiture esterne, cerchi in lega leggera, rivestimenti dei sedili e finiture interne. Così come le versioni disponibili per gli attuali modelli MINI le nuove versioni previste per la MINI Full Electric consentono al cliente di personalizzare il veicolo in modo molto semplice. Le versioni S e M includono il sistema MINI Connected Navigation, mentre il MINI Connected Navigation Plus fa parte delle versioni L e XL. La versione S offre anche una scelta tra i colori della carrozzeria Moonwalk Grey e White Silver, mentre in combinazione con le versioni M e L la scelta dei colori si amplia a Chili Red, British Racing Green e Midnight Black. Inoltre, la vernice MINI Yours Enigmatic Black è disponibile per la versione XL.

Le calotte degli specchietti retrovisori esterni della Nuova MINI Full Electric sono rifiniti di serie in grigio e opzionalmente in giallo, così come la barra decorativa orizzontale sulla griglia del radiatore anteriore. Indipendentemente dalla versione selezionata, tutte le finiture esterne possono essere combinate anche con tetto e calotte degli specchietti esterni in colore carrozzeria (non disponibile in combinazione con il colore della carrozzeria White Silver), oppure in bianco o nero. A seconda della versione selezionata, è disponibile una scelta di cerchi in lega leggera nelle dimensioni da 16 e 17 pollici in cinque diverse varianti.

All'interno, la Nuova MINI Full Electric è equipaggiata di serie con sedili in tessuto Double Stripe Carbon Black che fanno parte della versione S. Le versioni M e L includono sedili nella combinazione tessuto/pelle Black Pearl e Cross Punch Carbon Black. I sedili MINI Yours Lounge Carbon Black sono inclusi nella versione XL. I quattro rivestimenti interni disponibili come optional per la MINI Full Electric offrono una combinazione perfettamente armonizzata di superfici interne, linee di colore, colore del rivestimento del tetto, volante e tappetini. Lo stile degli interni MINI Dark sottolinea il lato sportivo del nuovo modello, mentre il MINI Interior Style Light sottolinea le sue caratteristiche eleganti. L'Interior Style MINI Electric presenta cuciture gialle e il logo MINI Electric su tappetini e superfici interne, aggiungendo una particolare accentuazione che sottolinea la mobilità sostenibile. Nel frattempo, l'Interior Style MINI Yours presenta materiale eccezionale, superficie interna MINI Yours Piano Black e volante sportivo MINI Yours.

Il prezzo di partenza della Nuova MINI Full Electric nel mercato italiano è di 33.900 €.

 

Al via le prenotazioni online.

A partire dal 9 di luglio, per tutti i clienti italiani, sarà possibile prenotare la Nuova MINI Full Electric, attraverso la piattaforma online raggiungibile all’indirizzo web https://electric.mini.it/. Il cliente, attraverso semplice passi e con un pagamento di 500 Euro, potrà opzionare la Nuova MINI Full Electric, finalizzando poi l’acquisto direttamente presso il Concessionario selezionato.

Le cifre relative al consumo di carburante, alle emissioni di CO2, al consumo energetico e alla portata sono misurate utilizzando i metodi richiesti in conformità al regolamento (CE) 2007/715 e successive modifiche. Le informazioni si basano su un veicolo con equipaggiamento di base in Germania; le gamme tengono conto delle differenze di dimensioni della ruota e dello pneumatico selezionate e delle attrezzature opzionali e possono cambiare durante la configurazione.

Le informazioni sono già state calcolate in base al nuovo ciclo di test WLTP e adattate a NEDC a fini di confronto. In questi veicoli, dati diversi da quelli pubblicati qui possono richiedere la valutazione delle tasse e di altri diritti relativi ai veicoli che sono (anche) basati sulle emissioni di CO2.

Per ulteriori dettagli sui dati ufficiali sul consumo di carburante e sulle emissioni specifiche di CO2 delle autovetture nuove, fare riferimento al "Manuale sul consumo di carburante, sulle emissioni di CO2 e sul consumo di nuove auto" disponibile gratuitamente presso tutti i punti vendita, da Deutsche Automobil Treuhand GmbH (DAT), Hellmuth-Hirth-Str. 1, 73760 Ostfildern-Scharnhausen e su https://www.dat.de/co2/.

Il prezzo raccomandato chiavi in mano si intende IVA 22% e messa su strada incluse.  I prezzi possono variare a seconda degli optional e degli allestimenti prescelti.

* Tutti i dettagli relativi al consumo di energia, alle emissioni di CO2 e all'autonomia sono dati provvisori. Le informazioni sono già state calcolate in base al nuovo ciclo di test WLTP e adattate a NEDC a fini di confronto.


  • a ivan! piace questo

jg0186.jpg

 

 

 

 

 


#2
77ONE

77ONE

    MINIstro

  • Admin
  • 32419 messaggi
  • Città:
    Panicale
  • Modello MINI:
    R50 One
  • Immatricolazione:
    16/03/2004
  • Colore:
    Pure Silver Metallic 900
  • Tetto:
    Nero

Sembra che gia ci siano state 40mila dimostrazioni di interesse. Chissà quante di queste si trasformeranno in acquisto.

 

Difficile dire quanto ci sia di reale in  questa corsa all'elettrico. Personalmente sono convinto che sia un'ottima forma di mobilità per la stragrande maggioranza delle persone: utilizziamo tutti l'auto per tratte che possono essere coperte tranquillamente anche con la più scarsa delle autonomie.

 

Vero è che non rappresenterà ancora per molti decenni una scelta ecologica... anzi... e che l'interesse verso una forma di mobilità elettrica è drogato dalla politica europea che sta obbligando ad anni di perdita le case automobilistiche. Quante di queste perdite finiranno sul groppone degli automobilisti? In ogni caso siamo all'inizio di un cambiamento epocale nel modo di vedere l'auto.


jg0186.jpg

 

 

 

 

 


#3
Giovanni Esposito

Giovanni Esposito

    MINImad

  • Utente VIP
  • 560 messaggi
  • Città:
    Torino
  • Modello MINI:
    R56 Cooper S 175
  • Immatricolazione:
    01/01/2007
  • Colore:
    Dark Silver Metallic 871
  • Tetto:
    Nero

Secondo me è un primo timido passo nella direzione giusta.

 

E' chiaro che non avrebbero mai potuto creare una mini elettrica realmente utilizzabile come una termica, anche perchè non avrebbero potuto rivoluzionare completamente l'auto per farci stare più batterie.... però non sono riusciti nemmeno a metterci il pacco da 42 kWh dell'ultima i3!  |010|

 

Peccato che Bmw non abbia fissato "una linea" sotto la quale non scendere mai, imparando dagli errori della i3 che continua disperatamente a correggere anno dopo anno.

 

Forse era quello che voleva? ovvero limitare l'uso dell'auto al solo contesto cittadino? Perchè con questa batteria da 32kWh l'auto fa realmente solo 130 km, 150 al massimo e con 11kW di ricarica (dove va bene) diventa improponibile usarla (oggi e ancora per chissà quanti anni) per "viaggi" più lunghi, anche programmando perfettamente le soste. E' perfetta però per l'uso cittadino giornaliero.

 

Così diventa l'auto della moglie o la "seconda auto elettrica" per chi ha già una modelS/3/etron/i-pace.

E' sicuramente un trend (che sta nascendo, per ora), io uno che ha la model S e la zoe già lo conosco. E ci va poco a vedere che la mini è molto più "figa" della zoe.....

 

Certo i numeri per ancora qualche anno saranno veramente minimi, ma d'altronde di i3, potenzialmente molto più usabile, quante ne hanno vendute in Italia?  |074|

 

Io ho percorrenze di circa 16-18K all'anno totali (contando tutti i mezzi), ma con alcuni viaggi di 400/500 giornalieri e punte di 650 km (rare ma ci sono), che potrei fare solo con ricarica rapida o range extender.

Cerco di usare sempre meno l'auto, quando la cosa è compatibile con le mie esigenze, e sempre più mezzi alternativi (anche segway, bici elettrica) ed una i3 con range extender la potrei utilizzare realmente come auto totale. Peccato che l'abbiano castrata così tanto da renderla poco appetibile anche a chi si impegnerebbe per poterla usare, nonostante economicamente siamo ancora una operazione suicida.

 

Questa mini è un po' meno suicida economicamente e più normale di quello che il gruppo bmw ha proposto fino ad ora. Quanto ci vorrà ancora per fare una roba che almeno consenta di non perdere i potenziali clienti, costretti a scartarla nonostante la volontà di adeguarsi ai limiti? 


Messaggio modificato da Giovanni Esposito, 12 luglio 2019 - 07:48


#4
77ONE

77ONE

    MINIstro

  • Admin
  • 32419 messaggi
  • Città:
    Panicale
  • Modello MINI:
    R50 One
  • Immatricolazione:
    16/03/2004
  • Colore:
    Pure Silver Metallic 900
  • Tetto:
    Nero

Da quanto ho letto l'ultima evoluzione della i3 ha perso il range extender.

Le elettriche si evolvono, ma la rete di distribuzione non sta al passo. Come dici tu le elettriche non saranno adatte ai viaggi ancora per molti anni, ma questo non lo vedo come un grosso problema: la stragrande maggioranza degli automobilisti fanno massimo 1-2 viaggi l'anno e i motori endotermici sono ancora lontani dallo scomparire.


jg0186.jpg

 

 

 

 

 


#5
Giovanni Esposito

Giovanni Esposito

    MINImad

  • Utente VIP
  • 560 messaggi
  • Città:
    Torino
  • Modello MINI:
    R56 Cooper S 175
  • Immatricolazione:
    01/01/2007
  • Colore:
    Dark Silver Metallic 871
  • Tetto:
    Nero

Da quanto ho letto l'ultima evoluzione della i3 ha perso il range extender.

Le elettriche si evolvono, ma la rete di distribuzione non sta al passo. Come dici tu le elettriche non saranno adatte ai viaggi ancora per molti anni, ma questo non lo vedo come un grosso problema: la stragrande maggioranza degli automobilisti fanno massimo 1-2 viaggi l'anno e i motori endotermici sono ancora lontani dallo scomparire.

 

Solo in europa, mentre credo che negli USA continuino a venderla. Una delle tantissime cose assurde che Bmw ha fatto su quest'auto. Tra l'altro negli USA la capacità del serbatoio, già completamente ridicola di suo, veniva ancora limitata (via software) per questioni normative. Una follia dietro l'altra....

Come abbia fatto BMW a castrarsi volontariamente con quest'auto, completamente rivoluzionaria e costruita in maniera tecnicamente esaltante, rimarrà un caso di studio per i posteri... e credo che sia anche uno dei motivi per cui Kruger ha perso il posto.

 

La rete di distribuzione è indietro, ma sinceramente me lo aspettavo... d'altronde quando mai è successo il contrario? La rete arriva sempre dopo che la massa critica per il sostentamento è stata raggiunta, perchè il costo dell'infrastruttura è notevole e nessuno vuole anticiparlo. Il punto è che qui, senza la rete, la domanda non crescerà mai, e i risultati si vedono. Musk ci aveva visto giusto con i supercharger, che comunque saranno saturati a breve, dove non lo sono già...

Dalla politica e dagli organismi di controllo in genere non ci si può aspettare più nulla. Sono così lenti e inadeguati che se fosse stato per loro non avremmo neanche i telefoni.

 

Sicuramente siamo d'accordo che per me, te (e la stragrande maggioranza di tutti gli altri) non è un problema fare due viaggi lunghi all'anno. Ad esempio, per quelle due volte posso benissimo noleggiare un auto termica, programmandomi bene il giro. Magari direttamente da un car sharing come Drive now (così rimango su una mini |043|), senza alcun sbattimento e ad un osto più che dignitoso (tipo 149 euro una clubman per 2 giorni e un po' di km inclusi) che se hai bisogno di spazio o di sedili è anche una gran cosa!  

 

Rimane che l'i3 per me non sarà mai realmente appetibile, risultando sempre un suicidio economico ingiustificabile (se non usata svalutatissima come la mia cooper S). Con la Mini SE a quasi 10.000 euro in meno le cose vanno un po' meglio, ma alla fine devi essere un fanatico disposto a tutto pur di averla per dimenticarti dei limiti che ti impone senza alcun vantaggio (anzi). Un passettino, ma vedrai che per anni sarà solo l"auto elettrica della moglie". Di quello ricco, naturalmente.


  • a 77ONE piace questo

#6
77ONE

77ONE

    MINIstro

  • Admin
  • 32419 messaggi
  • Città:
    Panicale
  • Modello MINI:
    R50 One
  • Immatricolazione:
    16/03/2004
  • Colore:
    Pure Silver Metallic 900
  • Tetto:
    Nero

Sempre in tema di elettriche... cosa ne pensi delle fuel cell? Non credi sarebbe stato meglio puntare su questa strada, piuttosto che su tempi di ricarica biblici e quintali di accumulatori portati a spasso e da smaltire? Certo una MINI Fuel cell potrebbe essere solo Country - Clubby, considerata la dimensione delle bombole.


  • a Giovanni Esposito piace questo

jg0186.jpg

 

 

 

 

 


#7
Giovanni Esposito

Giovanni Esposito

    MINImad

  • Utente VIP
  • 560 messaggi
  • Città:
    Torino
  • Modello MINI:
    R56 Cooper S 175
  • Immatricolazione:
    01/01/2007
  • Colore:
    Dark Silver Metallic 871
  • Tetto:
    Nero

Intendi Fuel cell ad idrogeno? Non credo saranno mai una alternativa reale, per fortuna!

Tanto per cominciare le auto a fuel cell sono auto elettriche e devono avere una batteria (al litio). Perchè una fuel cell compatibile con l'uso su un veicolo non sarà mai in grado di produrre molta corrente in poco tempo, ma piuttosto una corrente costante per lunghi periodi.

Quindi dovrà esserci sempre un buffer energetico, che sarà sempre una batteria al litio (e magari in futuro da un accumulatore ibrido batteria/supercondensatore). 

 

Pertanto abbiamo una EV "tradizionale" + una fuel cell + un serbatoio del combustibile. Idrogeno nel caso della fuel cell ad idrogeno, ma anche etanolo ad esempio (che avrebbe pure più senso sotto molti aspetti, ad esempio per l'uso come range extender).

 

Vogliamo parlare dell'idrogeno? L'elemento più abbondante nell'universo (cosa che dicono tutti), ma praticamente assente sulla terra. Sì, perchè di fatto sulla terra non esiste mai da solo ma solo combinato con l'ossigeno per formare l'acqua, e separarli non è affatto facile. Nè economico. L'elettrolisi dell'acqua è molto inefficiente, tanto che praticamente non viene usata mai, se non per generatori di idrogeno che producono pochi g al giorno per l'uso di laboratorio (gas cromatografi, ecc..). La stragrande maggioranza dell'idrogeno viene ottenuto per reforming dal metano, che è un altro processo energeticamente dispendioso e non particolarmente efficiente. Non credo serva dire altro.... Ci sono altre possibilità di produzione che potenzialmente potrebbero avere efficienze interessanti, ma lungi dall'essere una soluzione economica o disponibile a breve.

Lo stoccaggio è poi un incubo, da qualsiasi parte lo si affronti. Solo lo stoccaggio da solo basterebbe a scartalo in quasi tutte le applicazioni. E non abbiamo neanche considerato il trasporto.

Tutto questo rende l'idrogeno poco interessante come vettore energetico per il trasporto privato (ma anche per molto altro, tranne alcune eccezioni).

 

Se ci aggiungiamo che le fuel cell costano care e richiedono manutenzione....

 

Anche se queste domani diventassero economiche ed affidabili, scoprissimo modi per stoccare e trasportare l'idrogeno in maniera sicura ed economica, e sopratutto un modo efficientissimo per produrre idrogeno dall'elettrolisi, sarebbe comunque termodinamicamente una stupidata. Perchè usare l'elettricità per produrre/stoccare/trasportare idrogeno, sprecandone un po' in ogni passaggio, invece che usarla per caricare direttamente una batteria (che ha efficienza del 99%)

non ha praticamente mai senso.

 

L'unico vantaggio sarebbe una maggiore autonomia e una ricarica più rapida, ma a costi molto più alti e con una lunga serie di altri svantaggi.

 

La realtà è che nei trasporti dobbiamo superare il combustibile liquido/gassoso, qualsiasi esso sia, e riservarlo dove è indispensabile la sua altissima densità energetica. Cioè praticamente solo per l'aviazione.

 

Come vettore energetico potrebbe aver senso su larga scala se usato per convertire l'elettricità prodotta in surplus, ma anche qui l'accumulo in batterie/supercondensatori sembra essere la strada migliore. 


Messaggio modificato da Giovanni Esposito, 14 luglio 2019 - 23:31

  • a 77ONE piace questo





Anche taggato con MINI E, MINI FULL ELECTRIC, ELECTRIC, EV, MINI


Google+