Jump to content

ONESD

Utente cessato
  • Posts

    41
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

ONESD last won the day on June 18 2019

ONESD had the most liked content!

About ONESD

  • Birthday 05/29/1996

Dati Utente

  • Sesso
    M
  • Città
    Torino
  • Provincia
    Torino
  • Modello MINI
    R60 Countryman Cooper D 1.6 ALL4
  • Colore
    Light White B15
  • Tetto
    Nero

Recent Profile Visitors

213 profile views

ONESD's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

15

Reputation

1

Community Answers

  1. Ciao, si l'app la conosco, non avevo voglia di mettermi da PC per non pagare i 50€ di abbonamento, tutto li, ho gia codificato da PC sulla vecchia MINI. Il discorso dei richiami è un po' particolare in questo caso: Il motore in questione (N47C16A nel mio caso già con revisione tecnica per tendicatena) ha un difetto congenito, sia su versione 2.0 che 1.6, poiché condividono tutto eccetto i cilindri, dunque misure di alesaggio e corsa sono diverse a grandi linee, non so per quanto riguarda pompe HP/LP, rail ecc. La distribuzione è un po' particolare non è nel "classico" posto, lato servizi, ma è dal lato del cambio, questo, misto alla posizione non ottimale del filtro olio (si svuota se non in pressione perché piegato a testa in giù fondamentalmente), porta per qualche ragione a fare fare i primi giri del motore con tendicatena idraulico non abbastanza in pressione, da qui il problema di qualche secondo all'avviamento reso noto dal rumore dovuto dalla catena di distribuzione allungata, altrimenti la poca pressione residua del tendicatena basterebbe comunque a tenerla in tensione, siccome è ormai probabilmente più lunga del dovuto, per tenerla tesa serve più pressione dell'olio, la quale si ottiene in modo uniforme dopo qualche giro motore. Il rischio è che si spacchi senza preavviso per via dell'usura provocata dallo sfregamento contro il carter metallico (da qui il rumore) della distribuzione e sui tendicatena che così, tra le altre cose, si smangiano prima del tempo. Purtroppo, BWM ha fatto diverse revisioni tecniche sul motore, risolvendo nel 2014 definitivamente la problematica, fino ad allora per ha fatto revisioni su tendicatena, catena, ruote dentate ecc, senza risolvere definitivamente, non facendo un richiamo ufficiale sulla questione e passando di rado in garanzia il problema, non venivano quasi mai montate le versioni aggiornate dei pezzi incriminati, cosi il problema dopo qualche decina di migliaia di Km si ripresentava... Ora, sul 2.0L ho letto che c'e stata una strage, molta gente è rimasta a piedi, testa distrutta, valvole piegate ecc.... insomma tutto da buttare, sul 1.6 che monta anche Mini, leggo di gente che accortasi di questo sbatacchimento strano con chilometraggi non consoni per un'usura del genere sulla catena di distribuzione, sono riusciti a farsi montare la versione aggiornata di catena, tendicatena, ruote dentate ecc. Parlo di garanzia, perché il concessionario (BMW) dove l'ho presa mi ha dato garanzia per un anno su tutto tranne frizione, freni e fluidi, in teoria, una volta che riscontrano il problema secondo voi troverebbero scuse per evitare di intervenire? Per ulteriori info lascio il link di sito: N47 BMW Problema Distribuzione e spiegata l'ultima parte degli aggiornamenti sul motore.
  2. Indicativamente durante l'anno percorro tra i 30k e i 40k km, la maggior parte autostradali, sfruttando anche l'auto per gite in montagna ed escursioni "soft" off road. Effettivamente mi sembrano buoni presupposti perchè emergano problemi di vario tipo, se congeniti. Volevo poi chiederti, visto che ho letto vari tuoi post a riguardo, se l'unico modo "veloce" per codificare sia Carly for Bmw o se ci sono altre vie, a parte l'utilizzo del PC tramite i software ufficiali soliti quali ista/p - ista/d - sss program e via discorrendo. Un saluto!
  3. ONESD

    Cooper D

  4. Ciao a tutti, Negli ultimi mesi ho avuto diversi problemi con la mia R50 One D, fino a doverla tristemente abbandonare per via della testa da rifare mista agli attuali vincoli per l'inquinamento... Ho guardato diverse auto, anche nuove o Km0, senza pero sentirmi mai soddisfatto: arrivando da una Mini, ogni auto visionata, a meno di non parlare di vetture premium, sembrerà goffa, poco divertente alla guida, poco trasmissiva... almeno per me è stato così. Sta di fatto che sono sono poi riuscito a trovare una nuova Mini, mi ci sono seduto dentro e tutti i dubbi sono svaniti, dovevo prenderla e basta. Cosi ho acquistato una Mini Countryman Cooper D All4 MT, motore 1598 BMW, impianto audio harman/kardon (anche se appena al livello dell'impianto di serie delle R50...), spazio per i passeggeri, baule enorme per gli standard a cui ero abituato, insomma, la stessa cosa, migliorata quasi in tutto, mancano solo i 15 anni di ricordi! Sta di fatto che nonostante mi fossi informato abbastanza, e pensavo d'essere sicuro di non andare in contro ad eventuali problemi congeniti, sto notando e imparando ma mano a conoscerne gioie e dolori (l'ho ritirata solo venerdi 31.05...). La prima cosa, che fatico a capire per via delle molteplici contraddizioni in rete su richiami e risoluzioni definitive, è se anche il 1.6 diesel BMW (N47C16A) soffre del problema alla catena di distribuzione, siccome l'auto è usata e non ne conosco a memoria il suono di quando era nuova (come con la precedente R50) per identificare il problema al volo, volevo un minimo di chiarimento sulla questione: a me è parso, all'avvio, di notare un bello sfrigolio della durata di 1/2 secondi, ribadisco che l'avrò avviata 20 volte in totale in 7 giorni, e non l'ho sempre notato, a dire la verità l'ho notato solo una volta, ne so se è normale o altro, rumori elettrici/meccanici ne fa parecchi rispetto alla mia precedente auto, perciò ribadisco che non saprei trarre conclusioni, soprattutto, leggo in giro che tale rumore si accentua se a freddo si accelera fino ad un regime di 1500/1800 RPM, in questo caso, io non avverto alcun rumore anomalo a cofano aperto e finestrini abbassati. Soprattutto, quello che sento io non è ondulatorio come suono, è uno sfrigolio costante per quel secondo scarso. L'auto gira fluida, è stata tagliandata da pochissimi KM (anche se non significa nulla, lo so bene) e ne ha 105000 km spaccati, l'ho inaugurata con un viaggio a 2.200 metri su sterrato e pietre abbastanza al limite (da terra con buche e avvallamenti a strada sterrata con rocce, a solamente rocce senza strada) dove non ha dato alcun segno di affaticamento di alcun tipo e dove ho potuto testare la qualità della trazione integrale... disattivando i controlli di slittamento e trazione, sembra un carro armato! Giustamente anche la discesa, visto l'enorme dislivello della strada dal punto di partenza all'arrivo, è stata molto impegnativa per cambio e freni, che pero non hanno MAI bloccato le ruote cosa che mi ha lasciato di stucco. A fronte di questo, quando l'asfalto è riapparso, ho potuto verificare la classica impostazione di guida Mini... un Go-Kart da 1500Kg, incredibile! Ho notato notevoli differenze pero tra All4 e non, non tanto sullo sterrato dove la differenza e scontata, ma nella guida sportiva sul misto, una volta impostata la curva, al di la della traiettoria più o meno corretta, i controlli elettronici fanno un lavoro eccezzionale su freni e differenziali: basta aprire il gas per sentire la vettura piazzarsi nella curva senza muoversi di un capello, addirittura meglio di R50 con ammo di serie dire quasi, ho un Renegade in famiglia, 2.0 4x4 Limited, è lontano anni luce dalla guidabilità di Mini Contryman, in più è possibile avere una motorizzazione piu piccola del 2 litri, per avere la trazione integrale, cosa che su Renegade non è possibile, incrementando cosi, assicurazione e bollo. L'ho presa in un conce BMW, forse il principale della mia città, da dove arrivava anche la mia precedente R50, dunque sono in garanzia per un anno su tutto tranne i soliti pezzi soggetti ad usura (frizione/volano, fluidi, ecc), perciò vi chiedo, come posso fare per diagnosticare un problema alla distribuzione? Mi conviene portargliela direttamente? Io preferirei andare li con la mia diagnosi, cosi da non perderci troppo tempo e parole, qualcuno sa mica se c'e quindi un difetto congenito? L'auto e stata immatricolata il 22.6.2011. e sembra che sia rimasta ferma da allora a livello di usura sia interni che esterni... anche sotto il cofano, è tutto relativamente pulito nonostante il chilometraggio. Ho fatto una diagnosi da OBD e non ci sono problemi, a breve controllerò il debimetro che ho letto in una discussione qui sul forum che può imbrattarsi facilmente. Chiedo a voi dunque, se ho fatto una grande stupidaggine nell'acquisto, o se comunque ci sono problematiche risapute che, ribadisco, essendo in garanzia, potrei far sistemare entro il primo anno. Lascio una foto per farvela vedere, sicuramente in futuro ne metterò altre :)
  5. Ciao 77ONE, Ieri sera leggendo che uno dei sintomi e la differenza di temperatura tra il tubo superiore e quello inferiore del radiatore, mi sono messo controllando con OBD e telefono la temperatura, in realtà, noto una lieve differenza di temperatura, raggiunti gli 81°/82° come ho scritto nel post di XfranX sui problemi della testata, quindi il termostato sembrerebbe funzionare, a quanto ho capito e letto in giro per il forum. In ogni caso non l'ho fisicamente estratto e controllato, potrebbe essere che non funzioni completamente, rimanendo semiaperto o semichiuso, non saprei. Nonostante abbia letto che la girante della pompa nella versione a gasolio (1ND-TV) è in metallo, potrebbe comunque aver perso efficienza e non garantire il giusto scambio termico? Chiedo perché noto che ad andamento costante non ci sono problemi, sono le richieste di potenza che fanno aumentare la temperatura di molti gradi in poco tempo, l'auto non ha perso assolutamente prestazioni, ne fuma dallo scarico... Ho provato ad effettuare la procedura diverse volte, senza però attendere abbastanza a lungo probabilmente, nell'altra discussione ho descritto questo dettaglio dove l'acqua a circuito in pressione scende di svariati cm per poi tornare su se lentamente svito il tappo e faccio uscire la pressione dalla vaschetta, questo problema man mano che provavo a spurgare e diminuito ma non sparito del tutto... Non ho bolle nella vaschetta, a freddo pochissime fino a che non ho smesso di sentire gorgoglio nell'abitacolo a caldo nessuna, mi chiedo perché all'epoca non hanno pensato che ogni cambio di liquido non svolto a regola d'arte avrebbe potuto causare una problematica del genere ponendo una un paio di semplici valvoline di spurgo... Ad ogni modo insisterò ancora qualche volta, poi come suggerito da XfranX cambierò pompa e termostato... sperando di risolvere.
  6. Ciao, Ieri sera effettivamente ho fatto un controllo aspettando che l'auto si scaldasse, piu o meno intorno a quella temperatura il tubo si è scaldato, lievemente meno rispetto a quello superiore, per quanto riguarda le perdite non credo, ho fatto mettere l'impianto in pressione e non se ne sono verificate in nessun punto, in più, anche dopo svariate ore, quindi quando l'auto ormai era fredda, la pressione dell'impianto rimaneva, anche la mattina dopo averla usata se svito il tappo, sfiata ancora lievemente, quindi mi verrebbe ulteriormente da pensare che la tenuta c'e. Penso sia una bolla d'aria bella grossa poiche, a caldo, con la vaschetta in pressione, il liquido si abbassa di livello, di parecchi centimetri, fai anche una decina, se lentamente svito facendo sfiatare la pressione, l'acqua risale completamente, ritornando al livello esatto rispetto a quando l'ho riempita, siccome il liquido non può essere compresso per forza di cose, va da se che c'e dell'aria. Come dici tu, e il periodo sbagliato per spurgare l'impianto, ieri più di 84°/85° non ho raggiunto, ho notato con un'app tipo torque che nei transienti, quindi quando sorpasso, aumento la velocità passo dal range 81°/85° della velocità costante di colpo a 95°/98° in un lasso di tempo veramente ristretto, qualche secondo, non parlo di accelerazioni selvagge ma di lievi richieste di coppia ad alti regimi 2800/3000 RPM. A questo punto parte la prima velocità, se insisto di li a poco parte la seconda e vedo fumo dal posteriore, a quel punto se mi fermo e apro il cofano noto che il tappo ha spurgato la vaschetta intera praticamente. La procedura di spurgo l'ho fatta varie volte tanto che non sento più gorgogli strani a freddo dall'abitacolo e quell'effetto "spugna" causato dalla bolla che noto nella vaschetta è lievemente diminuito inizialmente a tappo chiuso la vaschetta era secca, una volta aperta si riempiva oltre la tacca del massimo, a caldo il liquido non fa bolle di alcun tipo, ne piccole, ne grandi, non cala di livello se sto fermo e non fuoriesce dal tappo, quindi non sembra mangiarne. Per quanto riguarda la pompa e il termostato, non so l'ultima volta che sono stati sostituiti, penso ormai almeno 3/4 anni fa, pero mi sembra di aver letto che la girante del motore 1ND-TV Toyota sia in metallo quindi non soggetta a particolare usura potrebbe comunque essere lei? Ho visto che per arrivarci e necessario rimuovere cinghia servizi, alternatore e poi ovviamente sarebbe comodo rimuovere il muso per intero, hai un idea di quanto possa costare il lavoro? Potrei farlo fare in ogni caso, tanto comunque penso sarebbe da cambiare, in più toglierei una possibile causa... andando per esclusione prima o poi la risolvo :)
  7. Ciao XfranX, Siccome negli ultimi mesi sto avendo un problema molto simile anche io, ho creato una discussione stamattina a riguardo, hai voglia di dargli un occhio e dirmi se più o meno avevi gli stessi problemi? Anche io ho il tubo inferiore freddo, quello superiore, che esce dalla testa e va al radiatore (dove c'è anche il raccordo col tubicino che torna alla vaschetta) invece è caldo. Il discorso è che premendo quel tubo freddo, il livello nella vaschetta un minimo sale o comunque oscilla, perciò, se il termostato fosse bloccato, il livello, quando premo, non dovrebbe rimanere invariato? Io non noto perdita alcuna, ho controllato svariate volte, l'acqua la perdo dal tappo, non sapevo della pompa elettrica supplementare sotto la vaschetta, come potrei controllarla, posso guardare dalla scatola fusibili se è cimita lei o il fusibile? Grazie in anticipo!
  8. Ciao cooper, ma nel caso fosse la guarnizione della testa, non dovrei trovare contaminazioni nell'olio o nell'acqua? Io non ho emulsioni strane sotto il tappo di rabbocco ne sull'asticella... L'altra cosa è che l'acqua non bolle affatto quando il veicolo è in moto, ma ad un andamento "allegro" tipo autostrada, si verifica questa fuoriuscita dal tappo dopo un po' di tempo, eccetto stamattina, la temperatura non sale, ribadisco che sento gorgoglio spesso dal radiatorino interno dell'abitacolo. Vorrei capire come rimuovere l'aria definitivamente dal circuito che non sembra avere valvole di spurgo come sulle versioni benzina... Lo spurgo "automatico" non sembra dare grandi risultati...
  9. Ciao a tutti, E molto che non scrivo, fortunatamente oltre a curiosare sulle discussioni altrui, per un buon periodo non ho riscontrato nessun anomalia, fino ad un paio di mesi fa: Feci fare il tagliando, raggiunti i 100k KM, notai subito che la vaschetta fu riempita oltre il limite, il tappo aveva normalmente spurgato fuori l'acqua in eccesso, per qualche settimana non ci furono problemi, o forse non ne notai, eccetto il gorgoglio all'accensione portando i giri intorno ai 1800-2000 RPM. Già questo avrebbe dovuto allarmarmi poiché è la conseguenza della bolla d'aria che nell'impianto (senza viti di spurgo, quindi probabilmente non spurgato affatto dal meccanico), si va a depositare nel radiatorino dell'abitacolo... Dopo queste settimane in ogni caso, notai strani schizzi sul lunotto, controllai, e il tappo, buttava fuori acqua, cambiai tappo pensando di risolvere rapidamente la problematica... Nulla da fare, il tappo che mi arriva non tiene, non blocca nemmeno l'aria soffiandoci dentro... compro un altro tappo, questo tiene, anche se non è il suo modello, monta e sembra tenere la pressione... vado avanti qualche giorno, una mattina sento dei chiari colpi di frusta a freddo, proveniente dalla zona del radiatorino interno, mi fermo, controllo: la vaschetta era a secco... bestemmio un po' e raccatto alla velocità di 15 - 20 km/h, una tanica di paraflù blu, praticamente non c'era più liquido quindi la tanica e bastata al pelo. Da qui il problema non e più sparito, ma si manifesta ogni volta in modo differente, ora vi elenco cosa mi è capitato: - Fumo bianco dal cofano, una volta aperto, il fumo si nota venire su dall'intorno della vaschetta: quest'ultima è umida, quindi il tappo ha spurgato per pressione in eccesso... spengo, aspetto (poco), apro lentamente il tappo facendo attenzione a non far bollire ne l'acqua ne le mie mani, accendo l'auto: qui nei primi periodi uscivano delle piccole bolle, non da far intendere guarnizione testa o testata, anche perché l'olio in tutto questo non e mai stato contaminato, ne l'acqua sembra contenere fuligine alcuna. - Calore intermittente dalle bocchette, il problema penso sia già stato spiegato su: la bolla d'aria si deposita in quella zona, probabilmente perché a quanto ho capito/letto, non ha un modo facile per risalire il circuito. - Fumo bianco in tangenziale (questo è capitato stamattina), termometro che sale 1 km dopo sul rosso, accendo il riscaldamento al massimo e mi fermo, l'allarme rientra subito, vaschetta con meno di un cm d'acqua... Una volta fermo apro lentamente, controllo tutto, pressione alle stelle dentro la vaschetta, una volta aperta, riempo la vaschetta, accendo, e la vaschetta si svuota quasi completamente, un meno rispetto a prima, rabbocco mentre è accesa (so che non va bene per la differenza di temperatura ma stavo andando a lavoro...), ne mangia ancora un pelino e poi si stabilizza, una volta arrivato al lavoro, mi accorgo che sta di nuovo fumando il cofano, più tardi controllo quanta acqua è rimasta. Dunque, l'altro dettaglio e che, in alcuni casi, quando il livello si abbassa, ma la pressione non e tale da far spurgare il tappo, se mi fermo e lo apro lentamente, l'acqua risale, anche di un 10 cm buoni di livello, penso che la bolla d'aria faccia da "cuscinetto" comprimendosi. Ho provato ad effettuare lo spurgo, dopo vari tentativi sembravano non uscire più bollicine dal fondo della vaschetta... Siccome spero da due mesi che non sia ne guarnizione ne testa perché non varrebbe la pena ripararla, secondo voi come potrei fare per spurgare definitivamente l'impianto in modo più o meno certo? Dei meccanici non mi fido tanto, l'ho portata a due personaggi ed entrambi non hanno eseguito correttamente lo spurgo. Altro dettaglio, se vado a velocità moderate non succede quasi nulla, io purtroppo devo fare tangenziale tutti i giorni per lavoro e quindi si surriscalda, non posso rischiare di rimanere bloccato in mezzo. La ventola funziona, prima (riparata con uno shunt) e seconda velocità, le prestazioni non sono calate, non ho fumo bianco/vapore dallo scarico, quello del cofano sembra arrivare da sotto la vaschetta ma ho già spiegato la possibile causa, l'attuale tappo spruzza verso l'alto quando va in sovrapressione, quindi ogni volta che capita noto il fonoassorbente del cofano bagnato. Ditemi la vostra... io non riuscendo a spurgare correttamente l'impianto, non avendo perdite o macchie sul pavimento, notando che la pressione non cala quindi l'impianto non perde, non so come comportarmi, secondo voi, visto che non ho i sintomi giusti, potrebbe comunque essere testa o guarnizione? L'auto eccetto stamattina non ha mai scaldato oltre il dovuto, e anche oggi, mi sono accorto prima che si accendesse la spia che la lancetta stava salendo, quindi la situazione non e durata nemmeno un minuto in termini di tempo... Vi ringrazio in anticipo e intano incrocio le dita, stasera spurgherò di nuovo, fatemi sapere se avete qualche idea :(
  10. Ciao a tutti, Stamattina andando al lavoro, ho subito un tamponamento da un Alfa Giulia che col suo nasone ha incurvato il bagagliaio e il paraurti posteriore... La stessa cosa mi e successa 4 mesi fa, quindi appena sceso dall'auto ho alzato gli occhi al cielo e ho bestemmiato chiedendo motivazioni all'altro conducente che, per quanto la strada avesse una sola corsia e stessimo andando a meno di 20 km orari in fila indiana, non mi ha visto... Rispetto all'ultima volta il danno sembra un po' più esteso, il paraurti e al limite di rottura in alcuni punti, quindi sembra snervato in alcune zone, stessa cosa per il fascione cromato, in più, tutto il paraurti rientra verso l'interno, questo mi fa pensare, anche data la violenza della botta ad una velocità insignificante che il supporto dello stesso si sia piegato, il bagagliaio si apre, il terminale sembra a posto. Vista la situazione e la carogna, chiedo consiglio a voi su cosa controllare per farmi ripagare tutto, senza tralasciare nulla. Ho letto in giro che sarebbe il caso di mettersi sotto l'auto e dare una controllata a tutto il retrotreno. l'auto non sembra aver subito danni strutturali importanti, il paraurti non ho provato a tirarlo ma non sembrava penzolare, e comunque rimasto solido, il bagagliaio si apre ma e visibilmente rientrato, quindi immagino che debbano sostituire il portellone, ovviamente la verniciatura e andata a farsi benedire, senza tanti giri di parole. Ora non so se affidarmi nuovamente ad una carrozzeria convenzionata o fare ciocchi con altri carrozzieri. Nel caso stavolta, siccome avrei dei lavori da fare (all'avantreno pero: Top Mount da cambiare e cuffie dei giunti screpolate) volevo sapere se si potesse far fare direttamente al carrozziere il lavoro, in modo da non spenderci di più. Vista la sfiga che mi perseguita mi sento propenso a fare cazzate ma terrò duro... Fatemi sapere cosa fareste al posto mio, saluti!
  11. Ciao a tutti! Dopo un mese di fermo causa metacarpo rotto, ho ripreso la mini che a quanto pare si stava per sgretolare... I problemi spuntati fuori sono: - Top Mount ant. destro letteralmente sfondato (è da un po' che è rotto), fa un rumore strano come di molla che s'impunta da qualche parte. - Top Mount anteriore Sinistro crepato, l'inizio della sua fine insomma... - Giunti anteriori lato cambio entrambi crepati, uno ha perso quasi compleatamente il grasso imbrattandomi tutto il reparto cinghie, questo perchè non immaginavo appena ripresa che stesse cadendo a pezzi... In un mese di fermo, le plastiche hanno degradato alla velocità della luce nonostante l'auto riposi al coperto in garage... Sono un po' abbattuto, l'imprecisione nella guida ora e abbastanza elevata... Ho anche altri problemi, come una gomma che in due giorni arriva a 0.8 Bar senza apparente motivo e parabrezza spaccato appena qualche giorno dopo aver ripreso il lavoro... Sembra che la mia Mini non abbia per niente gradito la mia mancanza |074| Ad ogni modo oggi vi scrivo perchè, per quanto ho letto in giro, sostituire i top mount non dovrebbe essere troppo laborioso... l'unico meccanico che c'e in zona si libera il 18 settembre ed io ho paura che il tutto si aggravi ulteriormente, quindi stavo pensando di sostituirli. Ho letto che fondamentalmente si tratterebbe di rimuovere il tappo, svitare l'ammo (Prima o dopo averlo compresso?), svitare il top mount, montare il nuovo e fare il processo inverso, mi sembra di aver capito che non dovrebebro servirmi chiavi dinamometriche per fare il lavoro... Tutto corretto? Chiedo perche in altre auto ho letto che e necessario rimuovere barre anti rollio, pignoni, cuscinetti... insomma, troppo da fare per farlo in una giornata da solo... Avendo una sospensione non allineata ho naturalmente problemi evidenti di convergenza, poiché la gomma anteriore destra e pressoché liscia mentre la sua vicina ha ancora un 40%, quindi appena fatto il lavoro e cambiate le gomme faro fare anche quella. So che purtroppo e un problema congenito quello dei supporti sospensione... io monto anche un assetto a ghiera a -4, perciò immaginavo che avrei accellerato il tutto... i nuovi supporti sono identici agli originali, mi sembra che siano anche della stessa marca (Lemforder), Non ho mai sostituito nessun silent block, ho letto che in queste situazioni può avere senso farlo anche se non ho particolare rumore sui dossi... eccetto quello del supporto chiaramente. Aggiungo al post che a giorni dovrei anche fare il tagliando poiche da poco ho superato i 100K Km, ho già preso il necessario per far tutto a casa comodamente, secondo voi c'e qualche accorgimento da prendere per via del kilometraggio? La guarnizione della testa non e mai stata cambiata, io ho il motore Diesel della Yaris per capirci, la distribuzione è a catena percio mi sembra che non sia necessario intervenire cosi presto, dovrei far fare la cinghia servizi e idroguida, che pero furono fatte due tagliandi fa, intorno a 55K Km. Lo sterzo è abbastanza duro, in particolare da quando ho messo l'assetto chiaramente, pero non sembrano esserci problemi di idroguida o simili, in movimento e fluido e per quanto possa esserlo nelle condizioni in cui è la macchina è preciso e trasmette le sensazioni dall'asfalto. Ho notato un altra cosa che pero mi ha allarmato qualche giorno fa... sulle frenate aggressive, l'avantreno come se poggiasse su qualcosa di morbido, come se le gomme si deformassero e si spalmassero sul terreno, pero l'auto frena bene e la pressione delle gomme e ok, si nota maggiormente se la frenata avviene in un curvone autostradale, sembra che il retrotreno non tocchi più dietro pattinando come sulle moto... Non saprei come spiegarmi meglio purtroppo,vi chiedo per quanto sia possibile capire, se secondo voi e normale questo atteggiamento da parte della vettura in frenata, non ho mai riscontrato vapour lock, ma non ho nemmeno mai impegnato cosi seriamente i freni... tutto l'impianto ha 14 anni come la vettura... non ci sono perdite di olio... Più persone mi hanno detto che comunque potrei avere le pastiglie bruciate per un surriscaldamento, vado spesso a fare giri in montagna essendo di Torino perciò è possibile... mi hanno detto di smontarle e con la raspa di rimuovere la patina liscia che si e creata per ristabilire l'attrito del materiale... proverò... Se secondo voi ci sono lavori da fare mi piacerebbe parlarne, chiaramente partendo dai più importanti, anche per questioni di budget... vorrei tenerla ancora quindi sto cercando di mettere a posto tutto e di tenere in ordine... In ogni caso, grazie in anticipo per l'attenzione e per l'aiuto |055|
  12. Ciao minone! Grazie mille per la domanda, la centralina in questione e una EDC15C9, sotto certi aspetti ancora più facile da comprendere in 2D. Ad ogni modo si, nessun BDM, col Galletto a diversa di MPPS, puoi leggere la mappa da 512kb e riscriverla senza problemi,tutta da OBD, l'unica differenza e il tempo di lettura e scrittura, sarà nettamente più lunga l'operazione poichè appunto il file è più grosso. Fa attenzione ad un altra cosa, ci sono due One D: Pre-Restyling 75 HP(EDC15); Restyling 88hp(EDC16), con la seconda devi andarci di BDM purtroppo, è abbastanza bloccata come ECU. PS: se il Galletto non e originale potrebbe leggerti solo 48kb, ma andrebbe comunque bene poichè quella parte di mappa contiene tutta la codifica per la gestione del motore. Comunque sia solitamente le rimappe sulle R50 pre-rest sono tutte uguali come ho gia detto e derivano dallo stesso file modificato che si trova in rete: tutte più o meno si aggirano tra i 90 - 100 CV, per salire oltre e non sembrare l'ILVA di Taranto, serve salire di pressione col turbo, cosa che da mappa qui purtroppo non si può fare, bisogna intervenire come scritto sul topic "OVERBOOST MANUALE..." presente in questa sezione sempre Per curiosità quando leggerai la mappa non è che avresti voglia di postarla? Se posso ti chiedo anche cosa intendi con rumore strano, rumore di iniezione, battiti in testa strani, oppure e qualcosa di meccanico? Quanti km ha? Così da vedere se e la classica mappa copiata o se è molto soft sugli incrementi, da qui il motivo per cui non spinge verrà di sicuro fuori, se ne mastichi, piuttosto, posso anche mandarti la mia mappatura, e tutto "sbloccato" fino a 70mm3 (che penso sia anche il limite fisico degli iniettori, non ho trovato molto a riguardo) cosi che tu possa modificarti solo i limitatori di coppia e richiedere l'esatta prestazione voluta senza problemi ed errori vari.
  13. Ciao a tutti, riprendo questa discussione per dire che il motore da 75cv, non ha un sensore di pressione per quello che ho visto dalla mappa, tutto viene calcolato dai valori del debimetro, fate occhio a modificare la pressione con Torque, non e preciso, non per l'app, ma per come viene calcolata. Io comunque, una tirata a 2 bar qualche volta l'ho fatta, disabilitando il debimetro altrimenti va fuori scala, la macchina volta, la frizione non slitta se si apre dopo i 2000 giri, quindi dopo il "kick in" del turbo, n on si rompe nulla, me chiaro che non e una situazione tranquilla sia per il compressore che per il motore e la trasmissione stessi, diciamo che serviva per toccare il 120cv e basta. PS: non avevo letto i "nuovi" messaggi a questa discussione, se l'auto fuma perché mappata, e necessario trovare il modo di far entrare più aria nel motore, quindi o alzare la pressione della turbina (un valore buono che non da problemi e 1.35/1.4bar di picco) o adoperarsi per cambiare i tubi pre e post turbina, togliendo la strozzatura che genera la farfalla dopo l'intercooler, togliendo il risonatore dell'airbox e cambiando filtro con uno a pannello. Anche pulire il debimetro con una certa frequenza è d'aiuto, chiaro è che, se chi ha "fatto" la mappa ha dato incrementi di gasolio esagerati anche sotto i 2000 giri, purtroppo la macchina continuerà a fumare in eterno, la turbina non ha praticamente spinta in quell'arco di giri cosi basso, non e VGT, non ha senso aggiungere gasolio senza l'ossigeno per bruciarlo, e solo il primo passo per rompere il turbo e crepare i collettori di scarico. oltre che sporcare sedi e steli delle valvole, dove le tolleranze solo di decimi di mm e anche la polvere nera fa spessore.
  14. Ciao a tutti! Grazie mille per i complimenti! @77ONE: In realtà, il chip dentro il cavo e diverso, dall'esterno sono identici, si trovano comunque a pochi € online, non ho mai fatto prove comunque, magari utilizzando il software MPPS col il cavo K+DCAN funziona. Io ho utilizzato questa interfaccia di lettura/programmazione : MPPS v13.02, ce ne sono svariate e a relativamente pochi €, alla fine quando lo presi era solo per curiosità nei confronti delle mappature. A qualche € (spesso meno di 10€) si trovano anche pacchetti di file di mappature da 50000+ mappe già fatte, una volta scaricate, con ECM, e possibile studiarle per confronto e modificarle chiaramente sulla base di quella originale, per questo dico che non è cosi complicato, chi ha dimestichezza con la meccanica o col funzionamento di un motore 4 tempi non avrà cosi grosse difficoltà, in giro poi ci sono svariate informazioni. Un altro esempio di cose carine da poter fare è la modifica della "mappa pedale" ovvero la mappa che determina, prima di tutti gli altri limitatori, la richiesta di potenza, cosi facendo si può letteralmente disegnare il comportamento della vettura in base alla posizione del pedale, si possono colmare i vuoti, e modificare a livello base l'erogazione stessa. MPPS, quando connesso comunque propone anche la centralina della versione benzina, quindi Siemens anziché Bosch, questo per farvi capire che non e limitato alle motorizzazioni a gasolio, nonostante pero i criteri di modifica siano nettamente diversi e più delicati... Ultima cosa, informazione penso utile a tutti, quando viene mappata una vettura, spesso sembra che consumi meno, SBAGLIATO! La vettura consumerà come prima nelle fasi di carico e giri in cui non e stata modificata la mappature, quando spalancheremo il gas, leggera parti di mappa modificate: immaginatele come dei piani cartesiani: ci sono due assi, spesso RPM e mg d'aria aspirata per ciclo, i valori sono gli mm^3 di gasolio iniettato... il problema e che, i valori sono alterati, gli assi pero sono gli stessi, quindi l'auto pensera che a tot giri, per tot carico, l'iniezione sia ancora di tot mm3, anche se, guardando la mappa, si noterà l'opposto. Si può consumare meno, il primo punto e che la macchine deve andare di più ma non fumare, perche il fumo e gasolio che non brucia, perciò, in questo caso specifico, o c'e poca aria (quindi la turbina fa troppo poca pressione o comunque ha difficoltà), o c'e poco tempo perche il gasolio o la benzina brucino completamente prima che la valvola di scarico si apra, la combustione dunque continua in modo errato nel collettore, scaldando turbo e scarico oltre il dovuto rischiando di rompere e senza generare alcuna potenza utile, inquinando e basta. Le mappe fondamentali nei motori a gasolio sono: - Limitatore di coppia (fa anche da limitatore di giri "ufficioso", il limitatore di giri e una mappa con un solo valore: i giri massimi) - Limitatore fumi (fa la stessa cosa di quello sopra, pero in base non ai giri e basta, anche in base all'aria aspirata, capite quindi che lavorano praticamente insieme. - Tempo iniezione (viene spesso chiamata Duration, è il tempo in us per l'apertura dell'iniettore, piu allunghiamo questo tempo, più carburante entrerà in camera, la quantità va calcolata in base alla pressione a cui viene iniettato, chiaramente più e alta piu ne entra. - Limitatore pressione rail (questa indica a che pressione il carburante deve arrivare all'interno del rail, quindi a che pressione verrà poi iniettato nel cilindro, più è alta più gasolio passa, in oltre, ad altissime pressioni, il gasolio brucia più velocemente poichè polverizzato finemente. C'e comunque una logica sulla pressione a cui iniettare, dipende da come vogliamo che avvenga la combustione) - Anticipo di iniezione (serve ad anticipare rispetto al PMS il momento in cui l'iniettore comincia ad aprirsi, il termine tecnico mi sembra sia Starf Of Injection, SOI. nei motori diesel con multi iniezioni come questo e il multjet Fiat, si possono trovare le mappe di ogni iniezione, in questo caso, anche se non le ho ancora identificate tutte, ce ne sono svariate , pre (x2), pilota, principale, post.su questo argomento sto studiando molto perchè ad esempio con le post iniezioni si può ridurre il lag della turbina, con le pre iniezioni invece ri riduce la ruvidità del motore e il rumore stesso. Il concetto di anticipo comunque, nei motori diesel, ha la princicpale funzione di poter iniettare ancora più gasolio, anticipando l'inizio dell'iniezione, una volta superato un certo limite, sui motori a benzina si bucano i pistoni, sui diesel, il motore fumera nero, fara molto rumore e non salira di giri, in quel momento tutta la parte interna, bielle,pistoni,fasce, cuscinetti di banco ecc. stanno soffrendo per la pressione esagerata in camera di combustione. Sempre grazie all'anticipo si possono abbassare le temperature allo scarico, avendone pero di più alte in camera di combustione.). - EGR (non penso sia necessario spiegare, se non che per tenerla chiusa, basta tirare una riga dritta al valore massimo dall'inizio alla fine della mappa in questione... per farvi capire cosa normalmente andiamo a pagare, 30 secondi di intervento se va bene, anche qui comunque si possono fare prove interessanti a livello di studio). Per ogni mappa, eccetto alcune, e molto probabile trovarne più d'una, ad esempio in questa ecu, ci sono 3 limitatori di coppia identici, 6 duration, 2 limitatori di fumo, 2 mappe pedale, due mappe rail (qui pero sono differenti tra loro, una si chiama obiettivo, l'altra limitatore, se superato, l'auto dovrebbe andare in recovery, per evitare, basta alzarlo prima di modificare, senza esagerare). Spero di aver dato qualche spunto a chi volesse cimentarsi nella cosa, fate attenzione, non e un gioco, si possono fare danni immensi, agendo un passetto alla volta e studiando bene ciò che si va a modificare, si ottengono risultati incredibili, scongiurando i possibili danni. Per tirare fuori tanta potenza e necessario pero che il motore sia in perfetta forma ed efficienza.
  15. Ciao 77ONE, Per Leggere da OBD la mappa utilizzo la periferica e il software MPPS, e di vecchia concezione, semplice da usare, la serie r50 e supportata perfettamente. L'unico difetto e che legge solamente 48 KB di mappa anziché 512KB, la mappa da 512KB dovrebbe contenere le varie impostazioni della ecu, quella da 48, contiene prevalentemente il controllo del motore motore, quindi per imparare a leggere la mappa, serve avere un file originale (si trovano facilmente in internet) e utilizzare dei software di editing tipo ECM Titanium che è il più semplice ed intuitivo a mio avviso, anche se non è in grado di riconoscere tutte le mappe, oppure WINols che è molto più professionale rispetto ed ECM, riconosce ogni mappa potenziale ma e anche più macchinoso da utilizzare. Una volta editata e salvata, riprendo MPPS, e tramite cavo (tipo quello canbus), scrivo la mappatura, in meno di un minuto sia la lettura che la scrittura vengono effettuate senza problemi, senza rischi. MPPS si trova su ebay, anche ECM Titanium, se a qualcuno interessasse, ci sono anche molte documentazioni, anche molto approfondite e in dettaglio a riguardo, mappare non e cosi difficile, soprattutto sul Diesel, dove il concetto base e che più gasolio di inietta, più coppia si genera quando avviene la combustione. Vi allego anche la mappa originale da 512KB per la Mini One D da 75CV. Un consiglio che do' e che per mappare in maniera impeccabile, e necessario prendere precauzioni come un manometro per il turbo, possibilmente una periferica di diagnosi, e un EGT per monitorare la temperatura dei gas di scarico, in modo da scongiurare ogni possibile danno. Per qualunque domanda comunque, io direi che a questo punto si può scrivere qui, mi fa piacere condividere questa esperienza, in modo che ognuno alla fine possa realizzare la sua mappa personalizzata, o anche solo imparare qualcosa in più a riguardo. Saluti! MINI R50-R52-R53 ONE 1.4L 8V D 55kW 74HP - BOSCH EDC15C2 DDE4.0 1037361845 7792544.zip MINI R50-R52-R53 ONE 1.4L 8V D 55kW 74HP - BOSCH EDC15C2 DDE4.0 1037361845 7792544.zip
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.