Jump to content

[77One] MINI CLUBMAN – The Other Test Drive


77ONE
 Share

Recommended Posts

http://img442.imageshack.us/img442/7522/p1020950kb5.jpg

 

Fino a qualche giorno fa, pensare che avrei potuto aprire una discussione in questa sezione del forum sarebbe stata pura utopia. Ma nella vita può accadere di tutto, persino l'impossibile :mrgreen: : quindi per una volta toglierò l'abito del tifoso di R50 e vi parlerò della MINI Clubman cercando di essere oggettivo (più impossibile di così!), pur facendo qualche inevitabile paragone con la R50.

 

L'occasione, per chi non lo sapesse ancora, nasce da una iniziativa di MINI Italia a cui ho partecipato in maniera piuttosto distratta, ma che mi ha consentito di tenere per 2 giorni una MINI Clubman gentilmente messami a disposizione dalla concessionaria A.D. Motor di Perugia.

 

Lo sapete tutti ormai che la R56 (e i suoi derivati, come in questo caso) non mi ha mai entusiasmato, perché sono un minista della prima ora e sono troppo attaccato ad alcuni principi che purtroppo non seguono le logiche di mercato; inoltre in tutto questo tempo non ho mai avuto la voglia di andare in concessionaria a chiedere una prova su strada. Questa è stata quindi una ghiotta occasione per mettere da parte i pregiudizi e toccare con mano.

 

Arrivando al dunque, ho ritirato la macchina giovedì 16 ottobre alle 9.30 dopo aver consegnato una copia della patente e firmato le carte di routine. Non mi è stata fatta nessuna raccomandazione: non ci sono limiti di chilometraggio e la macchina è coperta da un'assicurazione Kasko che comprende qualsiasi tipo di danno, furto e incendio... basta riportarla la sera successiva ovviamente integra in ogni sua parte. A tal proposito devo sottolineare la cortesia della concessionaria che mi ha fatto trovare la macchina perfettamente pulita e con più di metà serbatoio di benzina.

 

La prima presa di contatto è stata molto positiva: al contrario di quello che avevo immaginato la macchina era una Cooper a benzina allestimento “Salt” immatricolata il 30/06/2008 e con 6900 km all’attivo, Pure Silver tetto nero (tanto per restare in famiglia) e con le Viper Stripes che secondo me donano molto alla Clubman, specie al posteriore. I cerchi erano gli Star Blaster da 16 pollici, che non sfigurano troppo nemmeno al cospetto di una fiancata lunga e di un tetto rialzato (sarà che non sono un sostenitore dei 17 a tutti i costi...).

 

La prima sorpresa è stata al posto guida, davvero buono: la seduta è leggermente più alta di prima, ma c'è molto spazio per le ginocchia, specie in verticale. Questo anche grazie alla possibilità di regolare il volante in maniera assiale, sicuramente la cosa più importante rispetto alla R50 e che consente di averlo alla giusta distanza senza per forza stare troppo in avanti col sedile; la consolle centrale, meno ingombrante, lascia spazio anche in senso orizzontale, ma lo spigolo onestamente non si adattava alla perfezione alla mia gamba per cui l'appoggio non era dei migliori, anche se questa è veramente poca cosa.

Assolutamente da bocciare invece le levette monostabili dei comandi del devio luci: logica di funzionamento a parte - che si apprende rapidamente - il principio che disinserisce l’indicatore di direzione una volta che si riporta il volante in posizione centrale, anche se è valido nella maggioranza dei casi, entra letteralmente in crisi in situazioni particolari, come nel passaggio da una corsia all’altra nelle rotonde, oppure quando la svolta a destra sia possibile semplicemente andando dritti. In questi casi basta una lieve correzione col volante e la freccia si disinserisce anche più volte obbligando ad insistere sulla leva. Qualcuno poi dovrà spiegarmi come si regolano i tergicristalli sulla posizione intermittente: sono stato fortunato ad incontrare la pioggia solo negli ultimi 5 km di questa prova, ma non sono riuscito a farlo! Abbassando la leva destra si ottiene una singola rapida “racchettata”, mentre al primo scatto verso l’alto avevo già la seconda velocità. Attendo delucidazioni in merito |051|

 

Se la R50 non ha mai rappresentato il massimo quanto ad ergonomia dei comandi, la R56 a mio parere non ha fatto passi in avanti, anzi: la pulsantiera della consolle centrale ha bottoni ancora più grandi e concentrati in minore spazio. I comandi del climatizzatore manuale li ho trovati semplicemente assurdi: la ghiera di regolazione del ventilatore e quella della temperatura non sono a movimento circolare ma verticale, cioè anziché muovere la manopola su una scala graduata fissa bisogna ruotare in verticale l’intera scala graduata in corrispondenza del riferimento sul cruscotto. Peccato che il punto di vista del guidatore sia talmente più in alto e decentrato che l’unica cosa possibile mentre si guida è abbozzare una regolazione e, in base all’effetto ottenuto, apportare le eventuali correzioni. I disegni che indicano la direzione del flusso d’aria poi sono un po’ piccoli.

Per quanto riguarda la radio i vantaggi che derivano dalla posizione rialzata rispetto a prima sono in parte vanificati da tasti memoria senza riferimenti numerici, e dai tasti funzione dalla forma irregolare dovuta ad esigenze di design. Se non si hanno i comandi al volante è comodo invece il manopolone per alzare il volume (sulla R50 troppo piccolo) e quello per cambiare stazioni senza distogliere lo sguardo dalla strada.

 

......CONTINUA......

Link to comment
Share on other sites

Ottima analisi dettagliata |055| Per la posizione di guida io il sedile non lo tengo abbassato al massimo (sono alto 1,82) perchè preferisco vedere un pezzo di angolo sinistro del cofano. Il volante l'ho regolato il piu lontano possibile dal busto perchè in questo modo appoggiando bene la schiena al sedile (lo schienale è bene tenerlo non molto inclinato all'indietro) il mio braccio è completamente disteso impugnando la parte più alta del volante. Molti sostengono, contrariamente a diversi decenni fà, che la posizione migliore per avere un maggior controllo e governabilità del volante è tenere le braccia a poco più di 90 gradi nella posizione delle 9 e 15. Io invece mi trovo meglio tenendo le braccia più distese. La levetta delle frecce in effetti è un po' problematica: ancora oggi, ad un anno di distanza, mi capita a volte di inserire involontariamente quella opposta anziché toglierla. Per l'intermittenza del tergicristallo non ricordo come si aziona perchè quando è brutto tempo esco raramente.

Link to comment
Share on other sites

Aspettiamo il resto...

per la leva del tergicristallo il funzionamento è il seguente:

 

- 2 velocità massima

- 1 velocità media

- 0.5 intemittente

- 0 posizone nulla

- colpo di spazzola occasionale

 

Il funzionamento è lo stesso delle frecce...ad ogni colpo in alto si passa al "livello" successivo....quindi ad esempio servono 2 colpi in alto per avere la vlocità "1"....e 3 colpi per avere la "2"!

Per tornare allo zero bisogna dare tanti colpi in basso quante posizioni dobbiamo scalare!

Quindi se siamo alla velocità "1" daremo 2 colpi in basso.Tutto chiaro?

 

Il fatto che hai avuto problemi potrebbe dipendere dal fatto che se hai attivato i tergicristalli da fermo, tutte le velocità vengono scalate di una posizione...

esempio: sono in movimento,dò 2 colpi in alto per avere la velocità "1"....poi mi fermo, a quale punto la velocità verrà scalata di una pozione e avrò la velocità interittente....ripartendo ritornerò a quella normale.Ci siete?

Questo meccanismo credo sia stato fatto perchè quando ci si trova fermi non si avrà sul vetro la stessa quantità di acqua che si ha quando si è in velocità.

Ad esempio il posteriore ha una velocità sola che è quella intermittente(se non mi sbaglio) che diventa invece "costante" quando si fà retromarcia!

Link to comment
Share on other sites

Anche sulla mia pre-rest è così. Il problema è un altro: partendo dalla posizione zero e dando un solo colpetto verso l'alto mentre ero in movimento, sono passato subito alla prima velocità. Ci ho provato almeno 10 volte, ma nulla.

 

Stasera arriva il resto |046|

Link to comment
Share on other sites

Anche sulla mia pre-rest è così. Il problema è un altro: partendo dalla posizione zero e dando un solo colpetto verso l'alto mentre ero in movimento, sono passato subito alla prima velocità. Ci ho provato almeno 10 volte, ma nulla.
Ossia non faceva l'intermittenza? Probabilmente è tarato per farla solo a bassa velocità.
Link to comment
Share on other sites

Anche sulla mia pre-rest è così. Il problema è un altro: partendo dalla posizione zero e dando un solo colpetto verso l'alto mentre ero in movimento, sono passato subito alla prima velocità. Ci ho provato almeno 10 volte, ma nulla.
Ossia non faceva l'intermittenza? Probabilmente è tarato per farla solo a bassa velocità.

 

Mi sembra strano....stasera faccio piovere e poi ti saprò dire meglio!!! |055|

Link to comment
Share on other sites

Seconda sorpresa: la Clubman è una macchina piuttosto comoda.

 

Rispetto anche alla mia ONE R50 con assetto standard si viaggia realmente su un altro pianeta (persino con le runflat) e me ne sono accorto subito perché quelle sconnessioni lievi dell’asfalto, che di solito mi fanno vibrare, si sentono a malapena e si può guidare senza troppi patemi. Non so dire quanta differenza ci sia tra la Clubman e la berlina, ma il lavoro che è stato fatto sulle sospensioni da un punto di vista prettamente stradale è senz’altro di buon livello: pur assorbendo bene, la macchina riesce comunque ad essere rapida, divertente e molto frenata sia nelle oscillazioni che nel coricamento laterale, senza che si avvertano il passo, le dimensioni e la massa maggiorate.

C’è un però: rispetto alla R50 dove è quasi impossibile soffrire di sottosterzo con asfalto asciutto, se si esagera un po’ la Clubman tende ad allargare leggermente col muso e a quel punto i controlli elettronici intervengono immediatamente. Perciò un assetto del genere mi può andare bene per la Clubman, ma non certo sulla berlina, che spero si comporti meglio.

Lo sterzo per fortuna è rimasto di ottimo livello nonostante la servoassistenza completamente elettrica: l’ho trovato meno pronto rispetto al vecchio elettroidraulico, ma forse più progressivo e quindi gestibile alle alte velocità. Peccato che come in tutti gli elettrici, quando si sterza leggermene si sente l’indecisione del servomotore, come se fosse lui a voler girare il volante. Anche il cambio non ha perso le sue caratteristiche fondamentali e cambiare con la mini è sempre un gran piacere: la sesta marcia, che prima non c’era sul motore aspirato, ci voleva proprio e la frizione pur mantenendo una corsa corta del pedale è più efficace e modulabile rispetto a prima, ma devo dire che la mia R50 ha avuto sempre qualche problemino a riguardo. Il pomello? Meglio quello a sfera che mi dà maggiori soddisfazioni tattili :mrgreen:

Per quanto riguarda i freni invece non ho riscontrato significativi miglioramenti: la macchina frena come sempre molto bene, ma il pedale è ancora un po’ troppo spugnoso; sicuramente le dimensioni maggiorate li rendono più resistenti rispetto a prima, ma un feeling diverso avrebbe aumentato il divertimento di guida.

 

E’ ufficiale: sulla Clubman dietro si sta comodi |055|

Spazio per le gambe ce n’è a sufficienza per azzardare anche uno spostamento non troppo impegnativo con qualcuno seduto dietro, purché non porti con sé troppe valigie poiché il portabagagli, per quanto sicuramente più grande dei nostri, resta sempre piccolo: il suo pregio piuttosto è quello di essere abbastanza versatile grazie al doppiofondo e di essere rifinito veramente bene. Aprendo il portellone ammetto di essere rimasto piacevolmente sorpreso, specie dopo aver visto quello della berlina che, mi spiace dirlo, è sottotono rispetto alle R50.

 

http://img204.imageshack.us/img204/9810/p1020930ku0.jpg

 

Suicide door? Secondo me è fantastica, uno dei pezzi migliori di questa macchina assieme al portellone e garantisce realmente un’ottima accessibilità al divano posteriore. Unico neo di questa soluzione è di rendere il telaio meno rigido e questo si avverte con qualche leggero scricchiolio proprio all’altezza delle due portiere quando si sposta il peso della macchina sulla posteriore destra. Da sottolineare che anche lei è dotata di luce di cortesia, cosa veramente utile di notte, per quanto la R55 in fatto di luci si possa definire veramente completa.

 

http://img204.imageshack.us/img204/2930/p1020922rg6.jpghttp://img204.imageshack.us/img204/9624/p1020923rp2.jpghttp://img517.imageshack.us/img517/5746/p1020928fk0.jpg

 

Quando si è alla guida il colpo d’occhio fornito dal portellone posteriore guardando lo specchietto retrovisore è davvero affascinante, ma ammetto che avere il lunotto diviso in due disturba leggermente la visibilità posteriore. Nessun tipo di problema invece in manovra dove, grazie al portellone verticale, si capisce bene dove finisce la macchina.

 

http://img133.imageshack.us/img133/4256/p1020920ot0.jpg

 

 

...alla prossima puntata...

Link to comment
Share on other sites

Azz...ma qui impallidiscono i giornalisti di quattroruote! |055| |065|

 

accidenti che descrizione ben articolata e forbita; ma toglimi una curiosità, avevi un registratore con il quale "annotavi" verbalmente le tue impressioni...ma sei sicuro di aver scelto bene il tuo mestiere attuale? |069| |069| |069|

Link to comment
Share on other sites

Aspetto con curiosità le impressioni sul motore.

Quando cambio velocemente mi capita a volte di grattare quasi. Non so spiegare, ma è come se il disinnesto della frizione o il cambio fosse poco docile, come se il cambio marcia avvenga in un lasso di tempo un po' troppo lungo e, magari, sono io che non riesco a coordinare il movimento della leva del cambio con la frizione e quindi il pedale della frizione non lo tengo premuto a sufficienza perchè ancora abituato con la precedente Cordoba dove la cambiata era più rapida.

Hai notato anche tu questo? Anche sulla prima serie è così?

Link to comment
Share on other sites

toglimi una curiosità, avevi un registratore con il quale "annotavi" verbalmente le tue impressioni...ma sei sicuro di aver scelto bene il tuo mestiere attuale?

 

Avrei voluto prendere appunti, ma il tempo era poco e ho preferito guidare!

Il mestiere che ho scelto? In realtà la mia vita è un insieme di scelte sbagliate. Uniche scelte giuste: la donna e la macchina :mrgreen:

 

Aspetto con curiosità le impressioni sul motore.

Quando cambio velocemente mi capita a volte di grattare quasi. Non so spiegare, ma è come se il disinnesto della frizione o il cambio fosse poco docile, come se il cambio marcia avvenga in un lasso di tempo un po' troppo lungo e, magari, sono io che non riesco a coordinare il movimento della leva del cambio con la frizione e quindi il pedale della frizione non lo tengo premuto a sufficienza perchè ancora abituato con la precedente Cordoba dove la cambiata era più rapida.

Hai notato anche tu questo? Anche sulla prima serie è così?

 

Il motore è in arrivo |055|

Quello che descrivi tu mi è capitato nel passaggio seconda/terza nei primi km: la frizione in realtà sembra più lenta del cambio, quindi inserivo la terza quando ancora non era completamente disinnestata. E' anche abbastanza brusca nell'innesto e questo lo avvertivo principalmente nel prima/seconda che non era mai morbido quanto volessi, ma ti assicuro che la mia frizione da questo punto di vista è decisamente peggiore e purtroppo è associata a rapporti lunghissimi.

Link to comment
Share on other sites

La differenza è enorma davvero! Dopo 200 km fatti con la Clubman risalire sulla mia è stato quasi uno shock :shock:

Le nostre sulle buche danno delle botte paurose ed assorbendo poco con le sospensioni il rumore si amplifica per tutto l'abitacolo.

Link to comment
Share on other sites

La R56 è molto più BMW sia come confort di sospensioni che di insonorizzazione.

 

Sull'insonorizzazione del motore però avrei qualcosa da dire... più tardi entrerò nei dettagli |046|

Link to comment
Share on other sites

La R56 è molto più BMW sia come confort di sospensioni che di insonorizzazione.

 

Sull'insonorizzazione del motore però avrei qualcosa da dire... più tardi entrerò nei dettagli |046|

Più che altro con le nuove ho esperienza di S e all'interno non si sente quasi nulla, mentre dall'esterno non è niente male.

Con la Cooper ci ho fatto solo delle gimkane ai raduni... |069|

Link to comment
Share on other sites

La R56 è molto più BMW sia come confort di sospensioni che di insonorizzazione.

 

Sull'insonorizzazione del motore però avrei qualcosa da dire... più tardi entrerò nei dettagli |046|

 

non ti dimenticare che avevi 1trattore... |069| |069| non si può insonorizzare molto quel rumore... |039| |039|

Link to comment
Share on other sites

Mi ero perso questo post.. lo leggerò piano piano.

 

Sei stato sfortunato per me ad avere un clima manuale (se ho capito bene), l'automatico è favoloso.

 

Per i tergicristalli hanno una specie di accellerometro.. in pratica se spingi piano verso l'alto equivale ad uno scatto.. se spingi forte va subito a velocità 2. Un ulteriore cosa positiva è che se metti a velocità 2 e ti fermi ad un semaforo la velocità scende a intermittenza.. e se sei a intermittenza, si fermano.

Link to comment
Share on other sites

Solo che a mio parere i comandi dovrebbero essere intuitivi e specie quelli che riguardano la sicurezza (come il tergicristallo) dovrebbero garantirne l'uso a chiunque guidi la macchina, anche per la prima volta. In questo caso proprio non ci siamo perché l'utilizzo richiede un periodo di apprendistato.

 

La logica del funzionamento regolabile in base alla velocità è rimasta sostanzialmente invariata rispetto alla R50.

Quello che vi domando, visto che non ho avuto modo di provare: col tergicristallo attivato e innestando la retromarcia, si attiva automaticamente il tergilunotto? Nella R50 non avviene, mentre nel gruppo fiat ad esempio sono ormai 10 anni che funziona così.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.