Jump to content

[77One] MINI CLUBMAN – The Other Test Drive


77ONE

Recommended Posts

Ti ringrazio per i complimenti Davidino |046|

 

le foto che hai fatto agli interni sono bellissime però mi danno l'impressione che accenutano la luce. Vero??

 

Verissimo perché in modalità normale l'illuminazione delle ellissi era praticamente invisibile, quindi ho usato la modalità notturna, che però amplifica anche le altre luci già piuttosto forti.

 

Come dice Mauro quella è la manopola di regolazione della temperatura regolata sull'aria fredda. E' retroilluminata da un led, ma questo effetto brillante è sempre dovuto alla modalità notturna della macchinetta |055|

 

L'illuminazione soffusa dell'abitacolo mi è piaciuta moltissimo. Regolata sull'azzurro poi è rilassante e di notte ci si sente quasi meno soli :mrgreen:

Link to comment
Share on other sites

Grazie ragazzi mi fa piacere! Spero di non essere stato troppo noioso.

 

Piuttosto Dirak... ora tocca a te! Chissà se la macchina è la stessa |056| La prendi a PG oppure a Foligno |056|

Link to comment
Share on other sites

per tornare all'efficent dinamics:

sapete i dati che hanno divulgato come sono calcolati?

i test di consumo e inquinamento sono tutti fatti al banco,non c'è una vera prova oggettiva in strada,vengono calcolati i tempi teorici che servono per simulare le varie condizioni,semaforo,passaggio a livello code ecc. e fin qua ok...

il problema è che i tempi sono calcolati continui e senza interruzioni cosa che non è assolutamente possibile nel traffico,per esempio 15 min al minimo,20 a 2000 giri ecc cosa assolutamente impossibile nella realta'.

ovviamente se nei 15 min di fermo spengo il motore il coinsumo si abbassa come pure le emissioni...ma grazie al caiser....in relata' è solo uno specchietto per allodole!!!!

Diciamo che serve più che altro ad abbassare i valori dei dati di consumo nel ciclo ECE... :mrgreen:

 

Per lo Start&Stop viene utilizzato un motorino d'avviamento maggiorato.

 

Più interessante sarebbe sapere come funziona il recupero di energia in frenata.

Dal prossimo anno ci sarà qualcosa del genere in F.1 con il Kers.

Link to comment
Share on other sites

Quindi a basso numero di giri ti è sembrata più pronta della prima serie, a quelli intermedi si equivalgono e da 5.000 giri è meno potente della R50. E' interessante questo, perchè io ero convinto che fosse il contrario.
Vai tranquillo, magari si risparmia da altre parti, ma la tecnica va sempre avanti! |046|
Link to comment
Share on other sites

E' vero ... ora ricordo ... un dispositivo simile era sulla Ritmo Energy Saving e si chiamava cut-off.

Il cut-off è l'interruzione della mandata di carburante agli iniettori (ma era presente anche sui carburatori di ultima generazione) quando si rilascia il gas, ma non implica alcun spegnimento del motore.

 

Nei primi anni 80, la Fiat, oltre alla Ritmo, aveva messo in listino anche la versione Energy Saving (ES) della Uno e della Regata.

Link to comment
Share on other sites

Grazie ragazzi mi fa piacere! Spero di non essere stato troppo noioso.

 

Piuttosto Dirak... ora tocca a te! Chissà se la macchina è la stessa |056| La prendi a PG oppure a Foligno |056|

 

A PG Ale,quindi credo proprio che sarà la stessa....a meno che non ne abbiano 2 ma non credo!

Link to comment
Share on other sites

 

Più interessante sarebbe sapere come funziona il recupero di energia in frenata.

Dal prossimo anno ci sarà qualcosa del genere in F.1 con il Kers.

 

 

dovrebbe essere tutto a carico dell'alternatore,in frenata aumenta la capacita' di carica cosi' rallenta la macchina e produce piu' corrente per produrne meno durante le accelerazioni e assorbire meno potenza al motore.

Link to comment
Share on other sites

 

Più interessante sarebbe sapere come funziona il recupero di energia in frenata.

Dal prossimo anno ci sarà qualcosa del genere in F.1 con il Kers.

 

 

dovrebbe essere tutto a carico dell'alternatore,in frenata aumenta la capacita' di carica cosi' rallenta la macchina e produce piu' corrente per produrne meno durante le accelerazioni e assorbire meno potenza al motore.

 

Penso che sia proprio così e a favore di questa tesi ci sono 2 indizi: una rumore atipico dell'alternatore in derminati frangenti e un freno motore piuttosto accentuato. Sono abituato con la mia che nelle discese prende il via in maniera bestiale, mentre la Clubman era sempre molto frenata.

Link to comment
Share on other sites

Rinnovo i complmeti ad Alessio e attendo le impressioni di Dirak!

 

|008|

 

 

Nessun'altro lamiaminista partecipa all'iniziativa?? |046|

 

io feci 2/3 volte il quiz (xkè ho 3 e-mail) ma nn mi hanno mai contattato...

Link to comment
Share on other sites

Credo che selezionino con attenzione in base all'età. Io ho 30 anni e faccio l'impiegato, quindi sono il tipo di cliente (magari con piccolo nucleo familiare al seguito) che sceglierebbe la Clubman. Tu sei studente, giovane e difficilmente sceglieresti la Clubman (e questo in effetti è vero). Senza contare che un ragazzo molto giovane, se gli si affida una macchina che non è sua, ha più probabilità di riportargliela sfasciata :mrgreen:

Link to comment
Share on other sites

per tornare all'efficent dinamics:

sapete i dati che hanno divulgato come sono calcolati?

i test di consumo e inquinamento sono tutti fatti al banco,non c'è una vera prova oggettiva in strada,vengono calcolati i tempi teorici che servono per simulare le varie condizioni,semaforo,passaggio a livello code ecc. e fin qua ok...

il problema è che i tempi sono calcolati continui e senza interruzioni cosa che non è assolutamente possibile nel traffico,per esempio 15 min al minimo,20 a 2000 giri ecc cosa assolutamente impossibile nella realta'.

ovviamente se nei 15 min di fermo spengo il motore il coinsumo si abbassa come pure le emissioni...ma grazie al caiser....in relata' è solo uno specchietto per allodole!!!!

Diciamo che serve più che altro ad abbassare i valori dei dati di consumo nel ciclo ECE... :mrgreen:

 

Per lo Start&Stop viene utilizzato un motorino d'avviamento maggiorato.

 

Più interessante sarebbe sapere come funziona il recupero di energia in frenata.

Dal prossimo anno ci sarà qualcosa del genere in F.1 con il Kers.

 

Il kers dovrebbe essere qualcosa di estremamente complesso, e costoso. Se non ho capito male è un coso che immagazzina energia cinetica per restituirla in fase di accelerazione. Ben lontano da un pidocchioso alternatore che assorbe energia dalla massa del veicolo in decelerazione. |043|

 

Vado un po OT e come al solito mi ripresento in veste di bastian contrario, polemico e scassapalle: ma a che serve sto (D)Efficient Dynamics |056|

Lo Start/Stop i più lo bypassano. Il recupero di energia elettrica forse servirà in città ma viaggiando in autostrada interviene solo quando e se si rallenta per fermarsi a prendere un caffè o a svuotare il sacco, altrimenti nisba. Tutto questo a fronte di componenti pìu sofisticati e cari (per l'utente finale....ovviamente).

Eppoi ragazzi, diciamocelo francamente, ma chi vogliono prendere per il naso |056| Forse le case automobilistiche vogliono evidenziare la dualità dell'essere umano |056| Da un lato propongono il risparmio energetico e l'ecologia mentre dall'altro esaltano i vari kit di potenziamento dei motori |056| |064|

Scusate ma di fronte a questi marchingegni io mi faccio quattro risate, soprattutto quando apro una rivista del settore e leggo articoli su motori destinati a normali berline di serie, da 8, 12 cilindri, turbo, biturbo e triturbo :mrgreen: con potenze e coppie stratosferiche.

Ma ci facciano il piacere |044| Negli ultimi trent'anni i pesi e le potenze delle auto sono aumentati a dismisura, così il prezzo dei carburanti (la nafta poi è stata la più grande presa per il culo....scusate). Le strade sono sempre le stesse, e fanno schifo, hanno limiti di velocità che con una banalissima utilitaria si possono tranquillamente superare. Eppure i nuovi modelli di auto sono ancor più veloci, più potenti e più costosi!! |064|

Link to comment
Share on other sites

per tornare all'efficent dinamics:

sapete i dati che hanno divulgato come sono calcolati?

i test di consumo e inquinamento sono tutti fatti al banco,non c'è una vera prova oggettiva in strada,vengono calcolati i tempi teorici che servono per simulare le varie condizioni,semaforo,passaggio a livello code ecc. e fin qua ok...

il problema è che i tempi sono calcolati continui e senza interruzioni cosa che non è assolutamente possibile nel traffico,per esempio 15 min al minimo,20 a 2000 giri ecc cosa assolutamente impossibile nella realta'.

ovviamente se nei 15 min di fermo spengo il motore il coinsumo si abbassa come pure le emissioni...ma grazie al caiser....in relata' è solo uno specchietto per allodole!!!!

Diciamo che serve più che altro ad abbassare i valori dei dati di consumo nel ciclo ECE... :mrgreen:

 

Per lo Start&Stop viene utilizzato un motorino d'avviamento maggiorato.

 

Più interessante sarebbe sapere come funziona il recupero di energia in frenata.

Dal prossimo anno ci sarà qualcosa del genere in F.1 con il Kers.

 

Il kers dovrebbe essere qualcosa di estremamente complesso, e costoso. Se non ho capito male è un coso che immagazzina energia cinetica per restituirla in fase di accelerazione. Ben lontano da un pidocchioso alternatore che assorbe energia dalla massa del veicolo in decelerazione. |043|

 

Vado un po OT e come al solito mi ripresento in veste di bastian contrario, polemico e scassapalle: ma a che serve sto (D)Efficient Dynamics |056|

Lo Start/Stop i più lo bypassano. Il recupero di energia elettrica forse servirà in città ma viaggiando in autostrada interviene solo quando e se si rallenta per fermarsi a prendere un caffè o a svuotare il sacco, altrimenti nisba. Tutto questo a fronte di componenti pìu sofisticati e cari (per l'utente finale....ovviamente).

Eppoi ragazzi, diciamocelo francamente, ma chi vogliono prendere per il naso |056| Forse le case automobilistiche vogliono evidenziare la dualità dell'essere umano |056| Da un lato propongono il risparmio energetico e l'ecologia mentre dall'altro esaltano i vari kit di potenziamento dei motori |056| |064|

Scusate ma di fronte a questi marchingegni io mi faccio quattro risate, soprattutto quando apro una rivista del settore e leggo articoli su motori destinati a normali berline di serie, da 8, 12 cilindri, turbo, biturbo e triturbo :mrgreen: con potenze e coppie stratosferiche.

Ma ci facciano il piacere |044| Negli ultimi trent'anni i pesi e le potenze delle auto sono aumentati a dismisura, così il prezzo dei carburanti (la nafta poi è stata la più grande presa per il culo....scusate). Le strade sono sempre le stesse, e fanno schifo, hanno limiti di velocità che con una banalissima utilitaria si possono tranquillamente superare. Eppure i nuovi modelli di auto sono ancor più veloci, più potenti e più costosi!! |064|

Il Kers è come dici tu, ossia un'immagazzinatore di energia cinetica da utilizzare come una sorta di overboost nei sorpassi (speriamo ce ne siano di più... |072| )

Sull' Efficient Dynamics è una cosa molto più rudimentale. Ma sull'effettiva utilità del sistema, direi che è in gran parte marketing...

 

Quoto quello che dici, l'essere umano si compiace a prendersi in giro da solo... |064|

Si spacciano sistemi frutto del marketing come vero progresso tecnico. Ma qui la discussione sarebbe lunga e si finirebbe in discussioni socio-politico-economiche...

Link to comment
Share on other sites

Diciamo che serve più che altro ad abbassare i valori dei dati di consumo nel ciclo ECE... :mrgreen:

 

Per lo Start&Stop viene utilizzato un motorino d'avviamento maggiorato.

 

Più interessante sarebbe sapere come funziona il recupero di energia in frenata.

Dal prossimo anno ci sarà qualcosa del genere in F.1 con il Kers.

 

Il kers dovrebbe essere qualcosa di estremamente complesso, e costoso. Se non ho capito male è un coso che immagazzina energia cinetica per restituirla in fase di accelerazione. Ben lontano da un pidocchioso alternatore che assorbe energia dalla massa del veicolo in decelerazione. |043|

 

Vado un po OT e come al solito mi ripresento in veste di bastian contrario, polemico e scassapalle: ma a che serve sto (D)Efficient Dynamics |056|

Lo Start/Stop i più lo bypassano. Il recupero di energia elettrica forse servirà in città ma viaggiando in autostrada interviene solo quando e se si rallenta per fermarsi a prendere un caffè o a svuotare il sacco, altrimenti nisba. Tutto questo a fronte di componenti pìu sofisticati e cari (per l'utente finale....ovviamente).

Eppoi ragazzi, diciamocelo francamente, ma chi vogliono prendere per il naso |056| Forse le case automobilistiche vogliono evidenziare la dualità dell'essere umano |056| Da un lato propongono il risparmio energetico e l'ecologia mentre dall'altro esaltano i vari kit di potenziamento dei motori |056| |064|

Scusate ma di fronte a questi marchingegni io mi faccio quattro risate, soprattutto quando apro una rivista del settore e leggo articoli su motori destinati a normali berline di serie, da 8, 12 cilindri, turbo, biturbo e triturbo :mrgreen: con potenze e coppie stratosferiche.

Ma ci facciano il piacere |044| Negli ultimi trent'anni i pesi e le potenze delle auto sono aumentati a dismisura, così il prezzo dei carburanti (la nafta poi è stata la più grande presa per il culo....scusate). Le strade sono sempre le stesse, e fanno schifo, hanno limiti di velocità che con una banalissima utilitaria si possono tranquillamente superare. Eppure i nuovi modelli di auto sono ancor più veloci, più potenti e più costosi!! |064|

Il Kers è come dici tu, ossia un'immagazzinatore di energia cinetica da utilizzare come una sorta di overboost nei sorpassi (speriamo ce ne siano di più... |072| )

Sull' Efficient Dynamics è una cosa molto più rudimentale. Ma sull'effettiva utilità del sistema, direi che è in gran parte marketing...

 

Quoto quello che dici, l'essere umano si compiace a prendersi in giro da solo... |064|

Si spacciano sistemi frutto del marketing come vero progresso tecnico. Ma qui la discussione sarebbe lunga e si finirebbe in discussioni socio-politico-economiche...

 

ti immagini che mega OT |056| |069| |069|

Link to comment
Share on other sites

Il ritardo dipende da fatto che oggi gli acceleratori sono in realtà potenziometri collegati ad una farfalla aperta da un motore elettrico. Questo sistema ha per sua natura un ritardo. Non so se hai qualche lampada alogena a casa con un potenziometro: in tal caso avrai senz'altro notato che quando lo muovi dalla posizione 0 per un attimo non succede nulla. Con l'acceleratore è la stessa cosa e ti garantisco che sono tutti così: la mia mini è stata prima che ho guidato ad averlo e inizialmente mi ha dato qualche fastidio. Da un paio di mesi abbiamo a casa una GPunto T-Jet che è anche peggio. In questo senso la R56 l'ho trovata migliorata addirittura.

 

PS: che bello se la clubman avesse il frontale R50!

 

Non sai quante volte l'ho pensato in questi giorni! |069|

Affascinato dal tuo resoconto sulla prova della Clubman, questa mattina ho fatto un giro per vivere questa emozione dal vivo sulla mia Cooper, cercando quindi di prestare attenzione se quello che ricordavo di aver letto sarei riuscivo a tradurlo nelle stesse sensazioni durante la guida. Ad esempio ora ho avvertito anche io, oltre al rumore molto pronunciato e un po' anomalo procurato probabilmente dal meccanismo delle valvole del motore Valvetronic, anche un altra sonorità distinta, molto più gradevole, non so se dipenda dallo scarico come ha detto tu, ma che comunque ha un lieve accenno di rombosità e dà una sensazione di sportività al motore. Il rumore che percepivo prima, invece, era uno solo, cioè non riuscivo a distinguere i due differenti rumori.

 

Premesso questo, mi è sorto un dubbio sul ritardo dell'acceleratore. Fino a 2.000 giri questo ritardo è maggiore rispetto ai regimi più alti. Accelerando ai bassi, passa un secondo buono prima che avvenga la spinta, cioè il motore non risponde per niente, è come se in quel secondo non si fosse accelerato. Se si accelera ai medi o agli alti non si avverta quasi il ritardo. E' possibile che il ritardo dell'acceleratore varia in funzione dei giri oppure è condizionato dalla pontezza del motore. In altri termini, la ripresa di un motore si deve valutare solo a partire dalla momento in cui avviene la spinta o partrendo da quando si preme il pedale quindi considerando sia la pointezza dell'ecceleratore che la prontezza del motore?

Infine, temo che anche sulla mia ci sia una irregolarità del minimo. Con il mio orecchio non so distinguere quando il minimo è irregolare. Però ho notato che al minimo e motore caldo la lancetta del contagiri non stava sempre ferma. In un lasso di pochi secondi oscillava, nel successivo istante magari rimaneva ferma per poi riprendere a salire e scendere in continuazione (si muoveva di circa 50 giri). Questo significa che il minimo è irregolre oppure è normale nei motori ad iniezione?

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...