Jump to content

Nuove Auto in Uscita


R56Style

Recommended Posts

Alfa Romeo a Ginevra: 159 TI e Spider JTD

http://static.blogo.it/autoblog/alfa-romeo-159-sportwagon-ti/070227_AR_159SWTI_01_1024_01.jpg

Alfa Romeo sarà presente al alone di Ginevra 2007, con un paio di anteprime e alcuni modelli speciali. Prima mondiale per due versioni inedite: Brera e Spider 2.2 Jts Selespeed, con cambio elettroattuato e Spider 2,4 Mjet 200Cv, primo esempio di sportiva a tetto aperto con motorizzazione a gasolio nella storia del marchio del Biscione. La prima abbina il noto 4 cilindri da 185Cv con una evoluzione della trasmissione Selespeed, quindi un cambio meccanico con attuatori e possibilità di gestione automatica o sequenziale. La Spider a gasolio invece è dotata del manuale a 6 marce già visto sulla Brera. Nuovo cambio a 6 rapporti anche per la motorizzazione di punta, il 3.2 V6 benzina da 260Cv.

Di più ampio respiro la nuova proposta per gli allestimenti speciali: Alfa Romeo presenta un Programma di Personalizzazione, basato su tre tematiche e sviluppato partendo dall'esperienza e dalla ricerca fatta con la 8C Competizione.

 

 

La linea "Vintage" propone accostamenti cromatici esclusivi, quella denominata "Collezione" si concentra sull'eleganza, sulle finiture lucide e sugli interni, mentre la "Turismo Internazionale", nota come "TI"ed anticipata qui, strizza l'occhio agli Alfisti DOC alla ricerca delle migliori prestazioni, con accessori come assetto ribassato, cerchi da 19", strumentazione specifica ed interni sportivi. Al Salone saranno esposte 147, GT e 159 allestite come esemplari fuoriserie su questi temi. Nelle foto, ad esempio, una cattivissima 159 Sportwagon TI. Presenti anche una inedita 159 Sportwagon 2.4 MJet 210Cv Q4, leggermente potenziata e dotata di trazione integrale ed una V6 3.2 con cambio Q-Tronic a 6 rapporti, equipaggiata con l'inedito sistema telematico Blue&Me Nav, già presentato sulla Bravo e realizzato in collaborazione con Microsoft. Per la GT sarà presentato anche l'allestimento "Black Line", con verniciatura speciale "Nero Carbonio" ed interni in pelle nera e rossa.

A Ginevra sarà presente anche 8C Competizione nell'inedito colore Nero. Anche se molti dei visitatori la "mangieranno con gli occhi" Alfa Romeo ribadisce che tutti i 500 esemplari previsti sono già stati assegnati.

http://static.blogo.it/autoblog/alfa-romeo-159-sportwagon-ti/thn_070227_AR_159SWTI_01_1024_01.jpg http://static.blogo.it/autoblog/alfa-romeo-159-sportwagon-ti/thn_070227_AR_159SWTI_02_1024_01.jpg http://static.blogo.it/autoblog/alfa-romeo-159-sportwagon-ti/thn_070227_AR_159SWTI_03_1024_01.jpg http://static.blogo.it/autoblog/alfa-romeo-159-sportwagon-ti/thn_070227_AR_159SWTI_04_1024_01.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ritorna la Volkswagen Golf Variant

http://static.blogo.it/autoblog/vw-golf-variant/vw_golf_variant_01.jpg

La casa di Wolfsburg presenterà al prossimo salone di Ginevra la terza generazione della Golf Variant, di cui potete vedere qui le prime tre foto ufficiali. Le due precedenti generazioni sono state prodotte in un totale di 1,2 milioni di esemplari a partire dal 1993.

La Golf Variant è lunga 4,56 metri (xx cm più della versione hatchback). Con cinque persone a bordo il volume di carico è di 690 litri, che sale a 1.550 litri con il divanetto posteriore ribaltato.

Inizialmente le motorizzazioni disponibili saranno quattro, due diesel e due benzina. I due motori a benzina saranno il 4 cilindri aspirato da 1,6 litri con una potenza di 102 cavalli e il 1.4 TSI da 140 cavalli (twin-charger con turbo+compressore volumetrico). I due diesel saranno invece il 1.9 TDI da 105 cavalli e il 2.0 TDI da 140 cavalli.

 

 

Il 1.9 TDI vanta un consumo medio di 5,2 litri/100 km, con emissioni di CO2 limitate a 137 g/km. Dati che salgono a 5,6 l/100 km, 148 g/km per la 2.0 TDI, in grado di raggiungere una velocità massima di 205 km/h.

http://static.blogo.it/autoblog/vw-golf-variant/thn_vw_golf_variant_01.jpg http://static.blogo.it/autoblog/vw-golf-variant/thn_vw_golf_variant_02.jpg http://static.blogo.it/autoblog/vw-golf-variant/thn_vw_golf_variant_03.jpg

Link to comment
Share on other sites

Lamborghini Gallardo "Superleggera"

http://static.blogo.it/autoblog/lamborghini_gallardo_superleggera_4r.jpgIl supplemento motori del Corriere di oggi dà la notizia come ufficiale: all'imminente Salone di Ginevra è previsto il debutto della Lamborghini Gallardo "Superleggera", già vista sul numero di marzo di Quattroruote. La Superleggera dovrebbe guadagnare una decina di cavalli (530 cv), pesare un centinaio di chili in meno (1.330 kg) e sarà in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi.

Il potenziale sportivo di questa Superleggera, e ciò che giustifica un aumento di prezzo del 20% (circa 187.000 €), non sta tanto nei 10 cavalli aggiuntivi, quanto piuttosto nei 100 kg tolti al peso della normale Gallardo, grazie all'utilizzo diffuso della fibra di carbonio. La Superleggera sarà disponibile dopo il Salone nei soli colori giallo, arancio, grigio e nero.

Link to comment
Share on other sites

Lamborghini Spiga

http://static.blogo.it/autoblog/Lamborghini_Spiga_01.jpg

Non c’è che dire. Complimenti vivissimi a questo ragazzo turco di 22 anni, tale Urgur Sahin, che, non soddisfatto delle linee della Gallardo, ha deciso di reinterpretarle a suo modo: il risultato, veramente degno di nota, si chiama Spiga.
Le modifiche al frontale si concentrano soprattutto nei nuovi sfoghi dell’aria in stile Murcielago LP640, quindi molto più cattivi; il designer si è però concentrato maggiormente nella parte posteriore, mutandola completamente rispetto alla Gallardo.
I fari a sviluppo orizzontale sono più rastremati e affusolati conferendole una sensazione di velocità, mentre scenografico è l’effetto dell’incontro tra le scanalature presenti sul tetto e sulla coda, quasi a formare un rombo. Degni di nota anche gli scarichi, incastonati come gemme preziose all’interno del parafango.

 

 

Non poteva mancare una citazione ad una delle Lamborghini per antonomasia: i cerchi cromati a cinque cerchi sono ispirati alla mitica Countach.

http://static.blogo.it/autoblog/Lamborghini_Spiga_12.jpg
http://static.blogo.it/autoblog/Lamborghini_Spiga_14.jpg

Link to comment
Share on other sites

X ME LA SERIE 6 E' LA BMW + BELLA IN ASSOLUTO

 

Io non amo il paraurti posteriore della M6..



per me la serie 6 è la bnw piu' brutta in assouto!  de gustibus!

 

 

stai fuori http://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley5.gifhttp://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley5.gifhttp://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley5.gifhttp://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley5.gifhttp://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley5.gif

 

 

è stupenda.. http://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley4.gif
Link to comment
Share on other sites

X ME LA SERIE 6 E' LA BMW + BELLA IN ASSOLUTO

 

Io non amo il paraurti posteriore della M6..



per me la serie 6 è la bnw piu' brutta in assouto!  de gustibus!

 

 

stai fuori http://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley5.gifhttp://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley5.gifhttp://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley5.gifhttp://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley5.gifhttp://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley5.gif

 

 

è stupenda.. http://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/smiley4.gif
A parte il prestigio, concordo quasi con Cooper.

Link to comment
Share on other sites

Giugiaro Vadhò Concept a Ginevra

http://static.blogo.it/autoblog/vadho_432.jpg

Giugiaro presenterà al Salone di Ginevra questa avveniristica concept car, denominata Vadhò; si tratta della prima vettura realizzata da Giugiaro funzionante al 100% con propulsione ad idrogeno, su piattaforma appositamente realizzata. Da quel che si legge su Winding Road (via Autoblog.com), la Vadhò è una due posti di impostazione aeronautica, non solo per l'aspetto aerodinamico, ma anche per la configurazione dell'abitacolo, sorta di cabina d'aereo vetrata con i due posti allineati.

A seconda dei paesi, l'abitacolo potrà essere spostato a destra, a sinistra o al centro, dal momento che il volante è assente: il controllo è infatti affidato a due joystick, ed ogni operazione di guida prevede comandi by-wire. Dove non ci sono i passeggeri si trova il sistema propulsivo: ad esempio, con guida a sinistra, tutto l'apparato si trova sul lato destro, come nell'immagine.

Link to comment
Share on other sites

Pagani Zonda R

http://static.blogo.it/autoblog/pagani-zonda-r/Pagani_Zonda_R_1.jpg

Avendo 1.200.000 euro (tasse escluse) da spendere, non c'è dubbio che possano salire molti dubbi e molte incertezze. Soprattutto nella nuova nicchia che sta nascendo: quella delle mega-supercar non stradali ma nemmeno da corsa: solo giocattoli da guidare nel proprio circuito privato (Ferrari FXX e Maserati MC12 versione Corse). La quale, da oggi, si arricchisce di una nuova componente.
Della Zonda si sanno molte cose: da 0 a 200 in 9"8, da 200 a 0 in 4"4, miglior tempo nel test di Top Gear contro la Maserati MC12 (che, non dimentichiamolo, è una vera macchina da corsa), 602 Cv, 7"32 sul Nordschleife.

http://static.blogo.it/autoblog/pagani-zonda-r/thn_Pagani_Zonda_R_1.jpg http://static.blogo.it/autoblog/pagani-zonda-r/thn_Pagani_Zonda_R_2.jpg

 

 

Eppure è "anche" semplice da guidare e molto intuitiva, che ha stabilito per prima standard di comfort, leggerezza e sicurezza uniti ad un livello di qualità tali da renderla un oggetto di desiderio.

La scintilla è partita da un cliente Italo-americano, appassionato di supercar estreme e di Pagani... (di Zonda "normali" ne ha tre…). Racconta Horacio Pagani: "la vettura mi girava da tempo per la mente, ma le corse non mi interessano più di tanto... la Zonda R nasce con la più grande libertà con l'obiettivo di avere prestazioni esasperate senza limiti di regolamenti”.
A settembre i primi disegni, era necessario coinvolgere la Mercedes-AMG per avere un motore con almeno 750 HP, carter secco che girasse a più di 8000 giri, molto basso e leggero. La base di partenza poteva essere il fantastico 12 cilindri della CLK GTR che ha dominato nelle gare prototipi. “Può questo motore girare per 5000 km in pista in condizioni estreme?” Horacio Pagani ha chiesto bene perchè è questo che vogliamo e Mercedes-AMG ha accettato la sfida.

http://static.blogo.it/autoblog/pagani-zonda-r/thn_Pagani_Zonda_R_3.jpg http://static.blogo.it/autoblog/pagani-zonda-r/thn_Pagani_Zonda_R_4.jpg

Nonostante uno dei primi ad ordinare la vettura la desideri tenere in un salotto che sarà costruito espressamente su disegni di Pagani, con gli stessi materiali della vettura: carbonio, inconel, titanio, avional, pelli pregiate... cioè lo stato dell'arte, questo cliente ha chiesto di creare un impianto Hi-FI che riproduca perfettamente il suono della sua vettura sul tracciato di Le Mans e Nurburgring. Desiderio soddisfatto.
La Zonda R è una vettura nuova, il 90 % dei suoi componenti sono specifici, nuove le sospensioni forgiate in avional, un cambio sequenziale trasversale sincronizzato Pagani, telaio abitacolo progettato per soddisfare i più alti standard di sicurezza, serbatoio aeronautico con 4 pompe di pescaggio. La vettura è più lunga di 394 mm rispetto alla Zonda, il passo è più lungo di 47 mm e la carreggiata di 50 mm, nuova tutta la carrozzeria, più bassa e slanciata. L'aerodinamica è stata studiata per avere la massima downforce. Il motore portante è fissato alla scocca, l’elettronica è Bosch, pneumatici slick, acquisitore Digitek e telemetria. Una caratteristica essenziale senza la quale il progetto non sarebbe stato realizzato: la vettura doveva soddisfare tutti i requisiti di qualità e finitura tipici delle Zonda stradali.

Link to comment
Share on other sites

Audi A5 cabrio

http://static.blogo.it/autoblog/AUDI_A5_Cabrio_v.jpg

Ora che la nuova A5 coupè è stata rivelata in quasi tutti i suoi particolari, già iniziano le prime speculazioni grafiche riguardanti la versione cabrio.
In effetti non c'è molto da immagginare: tolti tetto, lunotto e vetratura laterale, il gioco è fatto. Questo rendering pubblicato da Motorauthority è quindi molto esaustivo riguardo all'aspetto della futura scoperta Audi.
Salvo colpi di scena, la A5 cabrio, contrariamente alla rivale BMW 3 cabrio che ha ceduto alla moda delle C+C a tetto rigido, dovrebbe essere dotata di un soft-top.
La presentazione e l'inizio della produzione è previsto entro 12 mesi; la scoperta andrà a sostituire l'attuale A4 cabrio e sarà disponibile con gli stessi motori della coupè, fra i quali il V8 4.2 FSI da 354cv.

 

 

http://static.blogo.it/autoblog/AUDI_A5_Cabrio_h.jpg

Link to comment
Share on other sites

Lamborghini Gallardo Superleggera: foto ufficiali

http://static.blogo.it/autoblog/lamborghini-gallardo-superleggera/superleggera_34_front_withe_of.jpg

Grazie all'evocativa denominazione "Superleggera", la baby-Lambo diventa una quasi-macchina da corsa. L’incremento di potenza (+10 CV, 530 a 8.000 giri) del suo borioso 10 cilindri a V (4.961 cc) è stato ottenuto grazie al miglioramento del rendimento volumetrico del motore attraverso la riduzione delle perdite di carico in aspirazione e dalle contropressioni allo scarico, congiuntamente a una ottimizzazione della gestione elettronica.
Contemporaneamente, la Superleggera pesa 100 kg in meno (1.430 kg), caratteristica che consente di ottenere un rapporto peso/potenza di appena 2,5 kg/Cv. E', naturalmente, più performante: 3,8 secondi nello scatto da 0 a 100 km/h.
L'alleggerimento di peso si deve a una consistente cura dimagrante: cofano motore è in fibra di carbonio a vista e policarbonato trasparente. In fibra di carbonio sono anche il diffusore posteriore e il rivestimento del fondo dell’autoveicolo, gli specchietti retrovisori, i pannelli porta e il rivestimento del tunnel centrale. Ulteriori riduzioni di peso sono state ottenute intervenendo su alcune superfici vetrate sostituite dal policarbonato trasparente. Per gli interni sono stati scelti sedili sportivi da corsa con guscio monoscocca in fibra di carbonio rivestiti in Alcantara® (galleria fotografica).

 

 

 

 

 

Di serie: cambio meccanico robotizzato e.gear, pacchetto sport per gli ammortizzatori e volante speciale in pelle scamosciata. La vettura è disponibile in quattro colori senza sovrapprezzo: Giallo Midas, Arancio Borealis, Grigio Telesto e Nero Noctis. Il carattere della Lamborghini Gallardo Superleggera è sottolineato dai pneumatici Pirelli P Zero Corsa (di serie) montati su nuovi cerchi forgiati “Scorpius”. Alcuni optional che possono essere richiesti sono il sistema multimediale con navigatore e CD-changer, la videocamera posteriore per facilitare le manovre di parcheggio (solo con alettone optional), un pacchetto di allestimenti interni “Carbonio”, un alettone posteriore fisso, la cintura di sicurezza a quattro punti, tubular Rear Fram, o relativa predisposizione, freni in carboceramica.

http://static.blogo.it/autoblog/lamborghini-gallardo-superleggera/thn_superleggera_34_front_withe_of.jpg http://static.blogo.it/autoblog/lamborghini-gallardo-superleggera/thn_superleggera_34_heck_withe_of.jpg http://static.blogo.it/autoblog/lamborghini-gallardo-superleggera/thn_Basis_weiss_of.jpg

Link to comment
Share on other sites

Porsche: disponibile un nuovo Aerokit per la Cayman

http://static.blogo.it/autoblog/porsche-cayman-aerokit/porsche_cayman_aerokit_1.jpg

Se la vostra Cayman non è "sportiva" come dovrebbe, il Porsche Development Center di Weissach ha pensato a voi e alle vostre esigenze. E' stato infatti sviluppato un nuovo kit aerodinamico per dare alla piccola Coupé di Stoccarda un look decisamente più sportivo. Ma dato che da quelle parti "design" e "funzione" sono sinonimi, le nuove appendici aerodinamiche che irrobustiscono l'immagine della Cayman aumentano l'efficienza aerodinamica garantendo un pizzico di stabilità in più alle alte velocità.
Dal punto di vista meramente visivo si notano i due nuovi baffi inferiori sullo scudo paraurti frontale, accoppiati al vistoso alettone posteriore fisso, forse dal look alquanto invasivo nei confronti delle sinuose curve del posteriore, un grande esempio di rigore formale e pulizia.

http://static.blogo.it/autoblog/porsche-cayman-aerokit/thn_porsche_cayman_aerokit_1.jpg http://static.blogo.it/autoblog/porsche-cayman-aerokit/thn_porsche_cayman_aerokit_2.jpg

Link to comment
Share on other sites

Porsche: disponibile un nuovo Aerokit per la Cayman

http://static.blogo.it/autoblog/porsche-cayman-aerokit/porsche_cayman_aerokit_1.jpg

Se la vostra Cayman non è "sportiva" come dovrebbe' date=' il Porsche Development Center di Weissach ha pensato a voi e alle vostre esigenze. E' stato infatti sviluppato un nuovo kit aerodinamico per dare alla piccola Coupé di Stoccarda un look decisamente più sportivo. Ma dato che da quelle parti "design" e "funzione" sono sinonimi, le nuove appendici aerodinamiche che irrobustiscono l'immagine della Cayman aumentano l'efficienza aerodinamica garantendo un pizzico di stabilità in più alle alte velocità.
Dal punto di vista meramente visivo si notano i due nuovi baffi inferiori sullo scudo paraurti frontale, accoppiati al vistoso alettone posteriore fisso, forse dal look alquanto invasivo nei confronti delle sinuose curve del posteriore, un grande esempio di rigore formale e pulizia.

http://static.blogo.it/autoblog/porsche-cayman-aerokit/thn_porsche_cayman_aerokit_1.jpg http://static.blogo.it/autoblog/porsche-cayman-aerokit/thn_porsche_cayman_aerokit_2.jpg

[/quote']

 

 

http://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/36_3_1.gifhttp://www.lamiamini.com/forumSQL/smileys/36_3_1.gif
Link to comment
Share on other sites

Per Ale_S

 

 

 

 

Nuova Porsche Boxster

http://static.blogo.it/autoblog/PorscheBoxsterscoop_1_560px.jpg

Dopo aver recentemente pubblicato le prime foto spia del restyling della Boxster, siamo ora in grado di aggiungere altri scatti con alcune succose novità a livello tecnico.

Il facelift, come già scritto, si limiterà solamente all’introduzione di nuovi fari con tecnologia a led sia all’anteriore che al posteriore, uniti ad un ammodernamento dei fascioni paraurti, resi più avvolgenti.

Per quanto riguarda gli aggiornamenti motoristici, come già successo per la Cayenne, si avrà l’introduzione della nuova tecnologia DFI (Direct Fuel Injection): previsti un aumento delle prestazioni pari al 13 % (si dovrebbe quindi raggiungere quota 330 cavalli circa per la versione S e 274 per la versione base) uniti ad una riduzione dei consumi pari al 15 %. Tutto ciò è consentito da una maggiore pressione di iniezione che raggiunge i 120 bar.

 

Sarà il caso che il lifting della 911 le regali una buona dose di cavalli, altrimenti quest’ultima perderà un bel po’ di clienti a favore della sorellina.

http://static.blogo.it/autoblog/p2.jpg

http://static.blogo.it/autoblog/p3.jpg

Link to comment
Share on other sites

Interni Bmw Serie 1 Coupe

http://static.blogo.it/autoblog/Bmw1.jpg

Queste immagini, rubate quasi sicuramente da qualche brochure pubblicitaria, rappresentano gli interni della futura BMW Serie 1 Coupè.

Da notare l’angolatura, a quanto sembra “molto” confortevole, dei sedili posteriori.

 

 

 

 

http://static.blogo.it/autoblog/bmw2.jpg

http://static.blogo.it/autoblog/bmw3.jpg

Link to comment
Share on other sites

Lancia a Ginevra

http://static.blogo.it/autoblog/33_01.jpg

Non potendo ancora contare su una gamma completa, in grado di poter vendere annualmente 300.000 unità, come pronosticato dai piani alti del gruppo, Lancia passerà questo salone di Ginevra un po’ in sordina, offuscata dalle novità presentate da Fiat e Alfa.

Nonostante ciò, non mancheranno alcune gustose new entry: il nuovo power-step del 1.3 Multijet, che equipaggerà.la tanto attesa Ypsilon Sport by Momo Design e un’ennesima variante basata sulla Musa, questa volta marchiata Sky.

Il primo modello, frutto del connubio fra due aziende simbolo del made in Italy, sarà contraddistinto dalla perfetta armonia fra sportività e lusso, prestazioni e confort. Sarà disponibile nelle motorizzazioni 1.4 da 95 cavalli, 1.3 da 90 e nel nuovo aggiornamento, capace di erogare 105 cavalli: sarà in grado di raggiungere la velocità massima di 177 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in 10.3 secondi. Coppia e consumi si attestano sui 200 Nm e 4.5 litri per 100 km.

 

 

 

Ciò che la contraddistinguerà dalle sorelle cittadine saranno i cerchi i lega diamantati e bruniti da 16”, nuovi colori carrozzeria e nuovi sedili in pelle-alcantara: dedicato ai fashion victim più incalliti è il tappo dell’olio tempestato di brillanti. Per questa “finezza” mi viene quasi da pensare alla consulenza di Gabbana. Non so perché…

Per quanto riguarda la piccola monovolume, la partnership con la principale pay tv italiana porterà in dote un lettore dvd posto a centro plancia unito a due schermi posizionati nei poggiatesta anteriori. Ovviamente non mancheranno le targhette identificative. Al salone svizzero saranno presenti le versioni della Thesis e della Phedra in variante model year 2007, caratterizzate da maggior raffinatezza interna.

Verrà inoltre presentato il progetto Lancia Café: locali di tendenza in tutta Europa, in cui incontrare il “mondo Lancia”.
La nostra paura è che questi locali rimarranno ben vuoti finché non si avrà un approdo verso lidi migliori: a questo punto si spera che, come già avvenuto per la 500, il lancio della Delta possa essere anticipato. Altrimenti il futuro di tale costruttore proseguirà stancamente fra model year e versioni speciali. Non quello che la clientela si aspetta.

http://static.blogo.it/autoblog/34.jpg

http://static.blogo.it/autoblog/35.jpg

http://static.blogo.it/autoblog/44.jpg

http://static.blogo.it/autoblog/11_01.jpg

Link to comment
Share on other sites

Artega GT: 4 metri di cattiveria !

http://static.blogo.it/autoblog/ArtegaGT.jpg

L'ennesimo nome nuovo e l'ennesima concept sportiva si presentano al mondo al salone di Ginevra 2007, ma stavolta le credenziali sono più che buone. Un pool di investitori capitanato dall'ex Rolls Royce Klaus Dieter Frers si sono rivolti all'ex designer Aston Martin Henrik Fisker per le linee e all'ex Porsche Hardy Essig per realizzare una sportiva affascinante e compattissima: 3,98 metri di lunghezza, 1,87 di larghezza e sopratutto 1,18 di altezza, un valore degno di una Gallardo.

 

La motorizzazione è di origine VW, si tratta del nuovo 3600cc VR6 che equipaggerà la Passat R36 (e la futura Golf R36) accreditato di 300Cv, per una velocità massima stimata di 270 km/h. Inizialmente solo i tedeschi potranno acquistarla a partire dalla fine del 2007, con 500 esemplari all'anno disponibili, poi, se i risultati ci saranno, inizierà l'apertura verso USA, Europa ed Asia. L'unica immagine resa nota fa pensare che il designer si sia ispirato molto alle ultime tendenze Ferrari, quasi a voler mettere in pratica quello che da troppo tempo si dice a proposito di una ipotetica "Dino".Il prezzo,infatti, secondo le fonti tedesche, sarà di circa 75.000 € : una alternativa alle decine di migliaia di Boxster che affollano le strade ?

Via | MotorAuthority.com

Link to comment
Share on other sites

Ferrari F70

http://static.blogo.it/autoblog/ferrari_aurea_gt_800.jpg

I veri appassionati Ferrari già lo sapranno, il countdown sta ormai volgendo alla conclusione. Il 1995 fu l’anno della F50, nel 2002 vide la luce la Enzo, nel 2009 sarà la volta della F70.

Mancano ancora due lunghi anni all’uscita della supercar (forse) più estrema e prestazionale mai vista: due anni conditi sicuramente da rumors, falsi scoop e illazioni. Ma, diciamolo francamente, senza di essi, in che maniera potrebbe viaggiare la fantasia di noi appassionati?

La base di partenza stilistica e concettuale sarebbe la concept Aurea presentata nel 2004: tale show car venne concepita con l’intento di essere la summa dell’esperienza Ferrari nella formula 1, dotata di soluzioni tecniche esclusive, per far respirare l’aria dei circuiti anche nel tran-tran quotidiano.

 

Durante la progettazione della Enzo, i tecnici del cavallino dovettero scendere a compromessi: l’aerodinamica, pur eccelsa, venne leggermente “rovinata” in favore di una linea sportiva e filante, come nessun’altra.

Per la F70 tali aut-aut non verranno nemmeno presi in considerazione: i tratti esterni passeranno in secondo piano, a favore di uno studio sui flussi, sia sopra che sotto l’auto, degno delle prestazioni di cui potrà disporre.

Il corpo carrozzeria sarà ovviamente in carbonio, con un mix fra i tratti appuntiti di una monoposto da gara e le linee senza tempo delle vetture storiche della casa. Le ruote, come sulla futura 430 CS, saranno in magnesio, mentre la griglia posteriore, in FXX style, sarà anch’essa in carbonio.

Anche gli scarichi dovranno essere oggetto di un attento studio aerodinamico: due verranno posizionati ai lati, nella parte finale della fiancata, mentre altri due saranno in posizione classica, nel centro della parte posteriore.

Ora veniamo al piatto forte: il motore. Le prime voci di corridoio ipotizzarono una potenza di circa 800 cavalli, ma la Ferrari avrebbe smentito, affermando di non voler intraprendere una corsa alla potenza massima (non come la Veyron …), ma di privilegiare ovviamente la dinamica di guida. Il V12 sprigionerebbe quindi circa 750 cavalli, facendo ipotizzare prestazioni da jet: meno di 3 secondi per lo zero-cento, oltre 360 km/h di velocità massima.

Sarà interessante scoprire se verrà introdotto il sistema 4x4, magari programmandolo ad hoc con il manettino sul volante, così da rendere tale belva docile nel traffico di tutti i giorni.

Anche tale capolavoro verrà purtroppo costruito in sere limitata, così come la Enzo, ad un prezzo che si aggirerebbe sui … Cosa ve lo diciamo a fare, tanto rimarrà sempre e purtroppo un sogno.

http://static.blogo.it/autoblog/FerrariAureaGTDGFRATop1600x1200.jpg

Link to comment
Share on other sites

Mercedes C220 Bluetec

http://static.blogo.it/autoblog/m.jpg

In periodi in cui l’inquinamento si sta trasformando in una costante con cui coesistere, in cui i drastici blocchi totali della circolazione sembrano gli unici sistemi efficaci a diminuire il problema (fino a che punto però non si sa), Mercedes si dimostra un gradino sopra la concorrenza presentando per la prima volta un motore in grado di rispettare le future normative Euro 6.

Verrà presentata come prototipo al prossimo salone di Gineva, anche se si spera che il periodo entro il quale verrà commercializzata non sia di biblica lunghezza: basata sulla recente serie C 220 CDI disporrà di 170 cavalli e una coppia massima di 400 Nm.

Il costruttore della stella, dopo aver presentato il progetto Bluetec negli e per gli Stati Uniti, sarebbe intenzionato ad estenderlo in tutto il mondo: tali tecnologie sarebbero attualmente sotto esame per rispettare le normative continentali. Rispetto alla C220 CDI di serie le emissioni di CO2 verrebbero abbattute del 15% grazie ad una speciale marmitta catalitica, in grado di ridurre sia gli ossidi di carbonio che il particolato.

Via | Motorauthority

Link to comment
Share on other sites

Edag LUV: il pick-up di mare

.http://static.blogo.it/autoblog/edag-luv/EDAG_LUV_07_20cm_300dpi.jpg

La svizzera EDAG Engineering farà debuttare al Salone di Ginevra non solo una nuova concept, ma addirittura una nuova tipologia di veicolo: LUV sta per "Luxury Utility Vehicle" e vuole mescolare il meglio della tecnologia applicata alle imbarcazioni (vedi yacht di lusso) e alle vetture sport utility. La configurazione pick-up non è certo pensata per il trasporto di cose, ma di passeggeri comodamente adagiati su cuscini e finiture in teak, come nel pozzetto di una lussuosa barca a motore attraccata a Saint Tropez. Più di ogni spiegazione può la galleria fotografica.
Con orgoglio il costruttore, non nuovo a simili proposte provocatorie, dichiara che con un sistema di progettazione modulare è stato possibile utilizzare il 90% delle componenti originali e realizzare un pick-up che può essere velocemente trasformato in coupé o cabriolet con un apposito meccanismo.

 


http://static.blogo.it/autoblog/edag-luv/thn_EDAG_LUV_04_20cm_300dpi.jpghttp://static.blogo.it/autoblog/edag-luv/thn_EDAG_LUV_01_20cm_300dpi.jpghttp://static.blogo.it/autoblog/edag-luv/thn_EDAG_LUV_02_20cm_300dpi.jpg
Il sistema audio e multimediale è asservito a due computer portatili (UMPC, UltraMobile PC) ospitati nei poggiatesta e sviluppati in stretta collaborazione con Intel Corporation.
Dal punto di vista meccanico la Edag LUV si fregia dell'esperienza Brabus nel settore delle elaborazioni: motore di 6.1 litri e 462 CV, quattro ruote motrici, 250 km/h e meno di 6 secondi da 0 a 100. Brabus sono anche i cerchi 10Jx22 che ospitano pneumatici Yokohama 295/35 ZR 22, l'impianto frenante con dischi forati da 380 mm e pinze da 12 e 6 pistoncini.
http://static.blogo.it/autoblog/edag-luv/thn_EDAG_LUV_06_20cm_300dpi.jpghttp://static.blogo.it/autoblog/edag-luv/thn_EDAG_LUV_10_20cm_300dpi.jpghttp://static.blogo.it/autoblog/edag-luv/thn_EDAG_LUV_11_20cm_300dpi.jpg

Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...